Home viaggio mete Gran Canaria outdoor. Dopo la bici, l’esperienza del canyoning

Gran Canaria outdoor. Dopo la bici, l’esperienza del canyoning

879
canyoning a Gran Canaria
A Gran Canaria il canyoning regala la scoperta dell'affascinante foresta preistorica della Laurisilva.

Gran Canaria è sicuramente è il paradiso degli amanti della bicicletta, dei ciclisti, dei cicloturisti. Attrae gli spericolati del downhill come i neofiti a pedalata assistita. E vi abbiamo già raccontato in questo post i buoni motivi per ammirarla dal sellino. Ma forse non tutti sanno che sull’isola si possono praticare attività outdoor di tutti i tipi. Una di queste, sempre più di tendenza, è il canyoning. È una delle attività più affascinanti tra gli sport d’avventura ed è ideale da fare in gruppo o con la famiglia, adatta a grandi e piccini. La natura dell’isola offre itinerari unici e spettacolari. Per vivere Gran Canaria outdoor con esperienze indimenticabili basta avere spirito di avventura e tanta voglia di divertirsi: date un occhio al sito ufficiale del turismo in Gran Canaria e ve ne renderete conto.

E ora, il canyoning. Questo sport, che si unisce a quelli più tradizionalmente praticati sull’isola (li trovate sul sito grancanariatribikerun.com), consiste nel discendere un burrone o un canyon seguendo il corso dell’acqua, dove si combinano diverse attività come: camminare, saltare, arrampicarsi e calarsi in corda doppia. Con il canyoning si accede a luoghi insospettabili come la Laurisilva, le bellissime foreste di alloro dell’era terziaria ormai scomparso su tutto il resto del pianeta. E ancora cascate, scivoli naturali, laghetti, scoprendo luoghi quasi inaccessibili altrimenti. Ecco allora un paio di location e itinerari ideali. Una volta sull’isola, è bene affidarsi a guide specializzate come Climbo Rocks, capaci di consigliare, secondo il periodo dell’anno e il livello dei partecipanti, il percorso più adeguato. Allora, ciclisti, siete pronti a lasciare la bicicletta per un paio di giorni e indossare la muta?

Gran Canaria outdoor: i canyon di Los Cernícalos

I Cernícalos sono tra le gole più lussureggianti dell’isola e tra le poche con acqua tutto l’anno. Si trovano quasi nel centro di Gran Canaria, e durante l’attività si attraversa la magica foresta di Laurisilva godendo della sua immensa biodiversità. È un canyon ideale per i principianti: si effettuano un totale di 4 discese, la più grande è di circa 17 metri, oltre a 4 piccoli scivoli naturali. Tutto questo percorrendo un sentiero di 2 km attraverso la foresta con un dislivello complessivo di circa 430 metri. La discesa del burrone dura circa 2-3 ore. Prima di iniziare è necessario indossare la muta e l’attrezzatura da discesa.

Dopo pochi minuti a piedi iniziano i primi scivoli naturali nell’acqua, si imparano le tecniche base. Seguendo il corso dell’acqua, si prosegue fino a raggiungere il secondo punto di calata che è la discesa più lunga, di circa 17 m di altezza. Uno dei momenti più adrenalinici di questa esperienza. Ancora qualche minuto di camminata e si raggiunge un’altra gola in cui scendere, assicurandosi con le corde a un albero che si trova vicino al letto del fiume. Dopodiché, si continua per alcuni minuti fino a raggiungere l’ultimo punto di calata che è il più scivoloso. Recuperate le energie, un sentiero circondato da una bella vegetazione riporta al punto di partenza, ovviamente in salita.

Gran Canaria outdoor: il canyon di La Manta

Questo canyon, situato nel comune di Mogán nel sud dell’Isola, è uno dei più popolari grazie alla formazione delle diverse pozze naturali e ai suoi incredibili scorci sulla colorata “Montagna di Los Azulejos” e sul Barranco di Veneguera. Meglio conosciuto come il Barranco de Los Azulejos, ha innumerevoli salti verso pozze naturali di acque cristalline che possono essere fatti da diverse altezze: ha almeno 5 discese in corda doppia e una moltitudine di salti nelle pozze. Un breve percorso di 400 metri e un grande dislivello di 430 metri rendono questa attività un’esperienza indimenticabile.

La discesa del burrone dura circa 3-4 ore. Si trova nell’assolato sud dell’isola e può essere fatta solo per poche settimane all’anno, dopo la stagione delle piogge. Si cammina in salita per 45 minuti, con una splendida panoramica sulla montagna conosciuta come “Los Azulejos” per i suoi incredibili toni di azzurro e verde turchese. Una volta in cima al burrone ci si lancia giù per un canyon formato da varie pozze, dove si può scendere in corda doppia o saltando in acqua da diverse altezze. Alcune pozze possono essere anche fatte a metà per poi usare uno scivolo naturale. In totale ci sono cinque punti di discesa che terminano nell’ultima pozza, quasi una piscina naturale dove rilassarsi e godersi la natura. I più temerari potranno terminare la discesa con una calata secca di circa 50 metri di altezza dove la scarica di adrenalina è incontenibile.