Home viaggio mete Great American Rail-Trail: gli Usa in bici da costa a costa

Great American Rail-Trail: gli Usa in bici da costa a costa

1151
Great-American-Rail-Trail
Gli sconfinati spazi attraversati dal Great American Rail-Trail: un sogno presto possibile per tutti i ciclisti.

Avanza il Great American Rail-Trail, il percorso che consente a tutti i ciclisti di attraversare gli Usa dalle coste dell’Atlantico a quelle del Pacifico.

La super pista ciclabile ha guadagnato nel 2020 circa 80 km, mentre altri 130 km sono in via di costruzione – il suo stato completo si aggira all’incirca al 53%. Nello specifico, il percorso parte dalla Capitale, Washington DC, per spingersi sino allo stato di Washington, alle colline di Cascade, non lontano da Seattle, sulla costa del Pacifico al confine con il Canada.

Great American Rail-Trail in 12 Stati

Gret American Rail-TrailIl progetto collegherà oltre 145 linee già esistenti, spesso lungo vecchie ferrovie in disuso arrivando a coprire oltre 6mila km e 12 Stati.

Rails-to-Trails Conservancy (Rtc), un’associazione no-profit con sede a Washington DC ha elaborato e reso concreto il progetto lanciandolo nella primavera del 2019.

Nel solo 2020, Great American Rail-Trail ha attirato donazioni per oltre 18 milioni di dollari tra fondi privati e pubblici.

Secondo RTC, l’itinerario potrebbe fatturare 138 miliardi di dollari, di cui beneficerebbero soprattuto le comunità locali sul percorso. Da un recente studio dell’associazione, nel 2020 l’uso di piste cicalbili e sentieri negli Usa è aumentato del 200%, soprattutto a causa del coronavirus: più di uno studio conferma che spostarsi in bicicletta è più sicuro in quanto evita la creazione di assembramenti permettendo il distanziamento sociale: in questo modo si riduce fortemente le possibilità di contagio.

Cosa si può vedere lungo i 6mila km.

Lungo il percorso è possibile ammirare diverse attrattive che offre il paesaggio naturale degli Usa. Si toccano anche luoghi storici nella storia americana. Tra questi: il fiume Potomac, le Blue Ridge Mountains, Harpers Ferry, in West Virginia, (il punto più a nord raggiunto dai sudisti). E ancora gli Amish Swartzentruber, il Mississippi, le distese di Illinois, Montana, Nebraska, Wyoming e Idaho, Couer d’Alene. Da non perdere le foreste pluviali dell’Olympic National Park, i cedri dell’Alaska (40 metri di altezza) e gli abeti argentati del Pacifico (oltre 80 metri).