Home mobilità città Parigi: Champs-Élysées car free. Il viale diventerà un parco entro il 2030

Parigi: Champs-Élysées car free. Il viale diventerà un parco entro il 2030

892
Champs-Élysées

Gli Champs-Élysées, forse il viale più famoso in tutto il mondo, ospiteranno un parco e non saranno più percorribili dalle automobili. A Parigi la decisione storica è stata presa dall’amministrazione bike friendly guidata da Anne Hidalgo. Come si legge sul Guardian, l’annuncio era già stato dato lo scorso anno, ma di recente la prima cittadina è tornata su questo progetto visionario che avrà un valore di 250 milioni di euro. Investimento non da poco, ma che trasformerà questa direttrice lunga quasi 2 chilometri in un parco lineare.

Sul lungo viale degli Champs-Élysées scorrono ogni ora 3mila veicoli (dato pre-pandemia), ai quali viene riservata una buona fetta dello spazio pubblico, mentre 100mila pedoni giornalieri devono accontentarsi dei marciapiedi. Ma Parigi si è da tempo candidata a diventare la capitale bike friendly europea. Nei primi difficili mesi della pandemia, l’amministrazione era stata tra le prime a realizzare ciclabili d’emergenza per offrire ai cittadini infrastrutture adeguate a un nuovo modo di spostarsi.

Non solo Champs-Élysées: la Parigi di domani

Per poter ammirare gli Champs-Élysées car free dovremo attendere la fine del decennio, ma Hidalgo non ha puntato l’attenzione soltanto su questo viale. Alla base della rivoluzione green che sta investendo Parigi c’è infatti un progetto di città che ha affascinato anche amministratori italiani (come il sindaco milanese Sala). La città a 15 minuti è quella che si basa sui quartieri e sui trasporti efficienti: dai mezzi pubblici alla bicicletta ogni soluzione è ottimale per disincentivare l’utilizzo dell’automobile. Nell’ultimo anno la capitale francese è stata tra le città che più si sono mosse per voltare pagina, sfruttando la crisi per ripensare la mobilità.

In questi anni su BC vi abbiamo raccontato i progetti in cantiere a Parigi. Piazze intere tolte alle auto per restituirle a pedoni e ciclisti. Stando sempre a quel che si legge sul Guardian, Anne Hidalgo avrebbe intenzione di costruire un enorme parco anche attorno alla Torre Eiffel.