Home viaggio mete Idea ciclovacanza in Vysočina, nel cuore della Repubblica Ceca

Idea ciclovacanza in Vysočina, nel cuore della Repubblica Ceca

364
Pedalata slow a fianco del lago Velké Dárko, nel nord della regione - foto © Jaroslav Horák

La Repubblica Ceca è un territorio ideale per il cicloturismo, ve lo abbiamo raccontato a più riprese: accoglienza e servizi dedicati, rispetto sulle strade, una simpatia istintiva per chi la percorre in bicicletta. Vi abbiamo portato a pedalare, per esempio, tra i vigneti della Moravia, e in quest’altro post avevamo selezionato per voi 5 percorsi top del Paese. Questa volta vi accompagniamo in una regione interessante e tutta da scoprire, per la stuzzicante proposta di una ciclovacanza in Vysočina.

Tra Boemia e Moravia

Castelli della Vysočina: a Lipnice Nad Sázavou – foto © Vysočina Tourism

Si trova, la Vysočina, proprio nel punto in cui Moravia e Boemia, le due regioni storiche della Repubblica Ceca, si incontrano in un mosaico di valli ondulate e di altopiani boscosi. Cerniera e sentinella del Paese, antico territorio di miniere, patria di soffiatori del vetro, questa regione appartiene per la maggior parte al sud della Moravia ed è vicina all’Austria. Castelli, villaggi e monumenti storici ne documentano l’antica funzione di confine. È una popolare destinazione per famiglie, con attrazioni e attenzioni riservate ai più piccoli, ed è ancora fuori dai circuiti del turismo di massa; dal sellino della bicicletta se ne scopre il fascino sul filo di ciclovie regionali che alternano tratti su percorsi protetti a strade a basso, o inesistente traffico.

Sulle rotte Eurovelo

Una ciclovacanza in Vysočina offre una chiave originale per iniziare a scoprire il Paese dal sellino della bicicletta: è un microcosmo che ne riassume le attrattive storiche e culturali, le bellezze artistiche (tre località della Vysočina sono Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco) e il quadro naturale. Sull’asse che collega Praga e Brno, la Vysočina è facilmente raggiungibile da entrambe le città. Potete sfruttare il trasporto pubblico (un’ora di bus da Brno, meno di due da Praga per arrivare al capoluogo della regione Jihlava); oppure pedalare lungo la Eurovelo 4, ciclovia dell’Europa Centrale. La regione è poi lambita a sud dall’Eurovelo 13, la celebre ciclovia che corre sulla ‘cortina di ferro’ che divideva le due Europe fino ai tempi della Guerra Fredda; e l’ente regionale del turismo della Vysočina mette a disposizione una dettagliata cartoguida che offre percorsi su misura proprio partendo dalle intersezioni con l’Eurovelo 13.

Da Jihlava a Třebíč

Sulla ciclabile Jihlava-Trebic-Raabs – foto © vysocina.eu

Da Jihlava la ciclovia 26 accompagna per 47 chilometri la valle che risale verso sudest fino a Třebíč. Jihlava, centro anche geografico della Vysočina, ha un cuore medievale, un’antica agiatezza data dall’estrazione dell’argento e il respiro culturale legato alla figura del compositore Gustav Mahler, che vi ha vissuto a lungo. Ancora più bella Třebíč: cresciuta nel medioevo attorno all’abbazia benedettina di San Procopio, accoglie con la trama antica del suo perfettamente conservato quartiere ebraico, tutelato dall’Unesco. La ciclovia prosegue poi in un paesaggio verde, che alterna coltivazioni a foreste, fino al confine con l’Austria e alla cittadina di Raabs; sulla strada, il castello barocco di Jaroměřice, il disegno dei centri storici di Moravské Budějovice e di Jemnice.

Affascinante Telč

Telč, patrimonio Unesco – foto © Jaroslav Svoboda

Sempre da Jihlava, ma questa volta con rotta verso sud, si segue un’altra ciclovia regionale, la numero 16, che porta in 33 chilometri al cospetto di un altro gioiello della Repubblica Ceca. La città vecchia di Telč, fasciata dagli specchi d’acqua in cui si specchia, accoglie con una splendida piazza di sapore mitteleuropeo, con una cornice di edifici rinascimentali color pastello. A piedi ci si inerpica fino al Castello, opera maestra del rinascimento moravo: tra le sue mura, vale la pena unirsi alle visite guidate che portano a scoprirne le decorazioni dei saloni di rappresentanza e il patrimonio artistico.

Nel Nord della Vysočina

40 km a nordest di Jihlava, vi aspettano per completare il tris dei patrimoni Unesco, a Žďár nad Sázavou, le architetture del Santuario di San Giovanni Nepomuceno e del monastero cistercense. Ma il viaggio vale anche perché conduce nella zona collinare del nord della Vysočina, con formazioni rocciose a tratti labirintiche, torbiere, laghetti e sorgenti attorno a cui si gira ora in percorsi adatti a mountain bike, ora a piedi. Un paesaggio in cui si immerge anche la scenografica ciclabile su ex-ferrovia che nei 10 chilometri tra Přibyslav e Sázava, alterna strettoie tra le rocce, l’ombra delle foreste e prati aperti, ponticelli e gallerie. Siamo a 800 metri in quota, d’inverno il tracciato viene utilizzato dai fondisti dello sci. Da Přibyslav rotta verso sud lungo la 16, di nuovo verso Jihlava. Sul percorso sosta d’obbligo al castello di Polná, al suo patrimonio di orologi storici, alla sua antica farmacia.

Il complesso di Zdar Nad Sazavou – foto © Robin Zavodny

Verso il confine

Polná si trova lungo quella ciclovia numero 16 che a sud di Jihlava e Telč prosegue fino a Slavonice, al margine meridionale della Vysočina. 140 chilometri lungo il confine virtuale tra le regioni della Boemia e della Moravia, in cui si mescolano stili e gusti regionali che poi, a Slavonice, assumono anche tratti austriaci. Ci si accorge di come anche la cucina qui è di confine, una mescolanza di influssi germanici e slavi; ad accompagnarla, generosi boccali di birra, bevanda nazionale della Repubblica Ceca. Sul percorso delle ciclovie, gli appassionati troveranno occasioni di visita diretta ai birrifici locali, per degustazioni a chilometro zero.

Dopo la ciclovacanza in Vysočina cercate altre fonti di ispirazione per programmare un viaggio in Repubblica Ceca? visitczechrepublic.com è il sito ufficiale dell’ente nazionale del Turismo, e offre pagine dedicate alla bicicletta ricche di spunti e informazioni utili sull’offerta cicloturistica complessiva del paese. vysocina.eu è invece il sito di informazione turistica della regione Vysocina. Offre una esauriente panoramica del territorio, delle sue attrattive e delle esperienze proposte ai viaggiatori. Una sezione è dedicata alla bici.