Home storie cultura Il campanile di Mortegliano racconta. Storia e vite di paese in un...

Il campanile di Mortegliano racconta. Storia e vite di paese in un podcast d’autore

2551
La costruzione del podcast su Mortegliano
Sulle piste di volo di Mortegliano, per dar vita a uno degli 11 episodi del podcast.

Vi invitiamo alla scoperta di Mortegliano, nordest d’Italia, provincia di Udine: 4800 abitanti e il primato del campanile più alto d’Italia, 113 metri. E all’ombra del campanile una storia fatta di mestieri e tradizioni, di architetture secolari e di prodotti tipici. Lo si può scoprire attraverso le 11 storie di paese raccolte oggi, con un progetto curato dall’associazione culturale Etrarte, in un audio documentario. È il podcast corale a puntate Il Campanile di Mortegliano racconta in cui le voci di chi abita Mortegliano sono la materia prima plasmata dai documentaristi Riccardo Giacconi e Carolina Valencia
 Caicedo.
 Ascoltare le loro voci – vi invitiamo a farlo da questa pagina del sito dell’Associazione Culturale Etrarte – è tutt’uno con lo scoprire il fascino antico del racconto e della tradizione orale nel format nuovo, e oggi di tendenza, del podcast.

Il podcast su Mortegliano

Per realizzare il loro podcast Il Campanile di Mortegliano racconta i due videoartisti sono stati invitati a vivere la vita dei luoghi: ne hanno fatto la loro casa e sono entrati nelle case degli abitanti, parlando con le persone, condividendo scambi culturali, storie e informazioni di prima mano, e momenti conviviali. In questo modo hanno potuto costruire un quadro narrativo in cui si intrecciano il patrimonio di Mortegliano e delle sue frazioni, gli edifici emblematici e lo sviluppo urbano, con la storia viva dei luoghi, gli aneddoti di paese, i mestieri e le lavorazioni tipiche.

Il progetto è stato finanziato dal Comune di Mortegliano e dalla Regione Friuli Venezia Giulia. E come spesso accade in
 Friuli Venezia 
Giulia (qui vi avevamo presentato le grandi ciclovie da non perdere) la bicicletta 
è protagonista. Uno degli episodi 
racconta la storia
 del museo del
 ciclismo allestito da Renato Bulfon (questa la sua pagina facebook); ma soprattutto il podcast può essere seguito ‘sul campo’. Una mappa accompagna il podcast e ne facilita la fruizione in loco, lungo gli itinerari cicloturistici. Ovviamente ci si fermerà ai piedi del celebre campanile, e poi in bici – o a piedi per le vie del centro storico di Mortegliano e delle frazioni di Lavariano e Chiasellis – si potranno seguire tante storie. Tra le più toccanti quella della banda di Lavariano, che rimase gemellata a una banda croata anche durante la guerra. Oppure quella della squadra di calcio femminile del Chiasellis che dai campetti locali è arrivata fino alla serie A. Tutte storie da scoprire ascoltando il podcast dal divano di casa. Per poi magari, incuriositi, andare a pedalare in un territorio diventato a quel punto familiare.