Home mobilità ambiente Incentivi per acquisto e-bike in Valle d’Aosta grazie alla legge sulla mobilità...

Incentivi per acquisto e-bike in Valle d’Aosta grazie alla legge sulla mobilità sostenibile

61
incentivi per acquisto di e-bike

Dopo l’approvazione della legge sulla mobilità sostenibile, in Valle d’Aosta arrivano gli incentivi per acquisto e-bike. Il provvedimento prevede un contributo di copertura della spesa del 50% per i veicoli a pedalata assistita: stiamo parlando di una cifra massima di 700 euro. Sono previsti incentivi anche per l’acquisto di veicoli destinati alla micromobilità elettrica (monopattini e affini) e contributi pari al massimo rispettivamente, al 50% della spesa ammissibile, nella misura massima di 300 euro.

Incentivi per acquisto e-bike, ma non solo

Il Dl sulla mobilità sostenibile prevede contributi anche per l’acquisto di veicoli a basse emissioni. Il testo prevede una copertura del 25% della spesa, pari a un importo non superiore a 6mila euro per i privati cittadini. La cifra aumenta invece a 10mila euro per quei privati che esercitano attività economica non attinente al trasporto di passeggeri, e sale a ben 15mila euro per coloro che esercitano attività economiche legate al trasporto passeggeri. Sono previsti aiuti economici anche per il leasing pari al massimo al 35% del valore contrattuale dei primi tre anni del contratto, per un importo non superiore ai 6mila euro.

Un regime del tutto particolare è previsto per i veicoli elettrici nuovi, immatricolati dal 1° gennaio 2019, essendo questi esentati dal pagamento della tassa automobilistica per ben tre anni.

Il Dl sulla mobilità sostenibile è stato approvato dal Consiglio regionale della Valle D’Aosta nella seduta del 3 ottobre 2019 con 23 voti a favore, 2 contrari e 10 astensioni. Il Consiglio ha stanziato 6,3 milioni di euro per il 2019, 4,4 milioni per il 2020 e 3,8 per il 2012 (nel triennio la quota per i soli contributi ammonta a 7 milioni di euro). Il decreto ha ricompreso alcuni fondi europei destinati alla realizzazione delle piste ciclabili.

“C’è un sistema incentivante, considerato quale mezzo per cambiare il nostro parco di veicoli, ma la norma definisce anche i principi e i valori che delineano il campo d’azione”, ha spiegato il relatore Giovanni Barocco (Uv). “Pensiamo – ha aggiunto – di poter raggiungere gli obiettivi prefissati per far diventare la nostra regione Fossil Fuel Free”.

Un provvedimento fondamentale visto il costante aumento di persone che decidono di optare per una bici a pedalata assistita.