Home storie persone 5 vip che amano la bicicletta (e che la usano per davvero)

5 vip che amano la bicicletta (e che la usano per davvero)

109
LeBron James in bici
LeBron James, star del basket americano, impegnato in una pedalata benefica

Cantanti, attori famosi, sportivi di discipline completamente differenti. Influencer, artisti, anche politici. Il numero dei vip che amano la bicicletta è in crescita: c’è chi lo fa per sport, chi semplicemente la usa come mezzo di spostamento. E poi c’è chi pedala un po’ per farsi pubblicità, per andare a caccia di qualche nuovo “like” e chi invece ha le due ruote nel sangue. Lasciano per una volta fuori i politici in bicicletta, ecco 5 vip che fanno parte di questo ultimo sottogruppo, “all star” internazionali che si divertono a pedalare per davvero.

Jovanotti, il viaggiatore

La sua passione per le due ruote è cosa nota. Da tempo. In molti erano abituati a vederlo correre in sella tra le colline della sua Toscana. Nel 2017 però Lorenzo Cherubini ha (quasi) sorpreso un po’ tutti, i suoi fan e i giornalisti che lo seguono passo a passo, spingendosi all’estremità del globo per un viaggio in bici in solitaria. Si merita un posto d’onore tra i vip che amano la bicicletta. Il suo documentario “Vado a farmi un giro” è nato montando riprese e foto che lui stesso ha fatto nei circa 3000 chilometri di viaggio in lungo e in largo in Nuova Zelanda. Venti giorni per stare da solo, per pensare, per sognare nuove canzoni. Pronti per vederlo di nuovo in sella? Il cicloturista Jovanotti ha messo nel mirino, addirittura, l’Argentina.

LeBron James, il filantropo

La bici l’ha aiutato a crescere, a divertirsi, a svagarsi, a stare in strada ma senza cadere nelle mani delle persone sbagliate. E ora LeBron James, uno dei più forti campioni di sempre dell’Nba, ha deciso di ricambiare il favore e di aiutare decine di bambini che vivono in una zona difficile della sua città natale, Akron: non solo aprendo una scuola che accoglie anche figli delle famiglie più povere, ma donando a tutti gli alunni una bicicletta, per dare loro modo di andare a lezione e anche di muoversi liberamente durante il giorno. James è cresciuto in sella alla sua bicicletta, tra un campetto di basket e l’altro. E per anni ha avuto anche delle quote di una delle aziende più importanti al mondo.

Linus, lo sportivo

Dopo al corsa anche la bici. Da qualche anno il direttore di Radio Deejay, una delle voci simbolo della radiofonia italiana, si è messo a pedalare. E lo fa seriamente. Non solo in città, nella sua Milano, per spostarsi in centro, tra casa e la radio. Soprattutto sui laghi e in montagna, dove la fatica che si fa in sella in qualche modo diventa poesia. Allenamenti in solitaria o in gruppo, granfondo e gare, Linus, tra i vip che amano la bicicletta, ha senza dubbio il merito di aver rilanciato e fatto proseliti. Raccontando, ai suoi microfoni ma non solo, di questo colpo di fulmine. Ma anche organizzando manifestazioni che hanno il pregio di diffondere la bellezza di questo sport.

David Byrne, il filosofo

Lo hanno definito un flâneur della bicicletta, un dandy metropolitano in esplorazione. Tutt’altro che uno sportivo, tantomeno un commuter: per David Byrne le due ruote sono belle perché inutili. E come tutte le cose inutili, arte compresa, aiutano a liberare spirito e corpo. “Quel punto d’osservazione – più rapido di una passeggiata, più lento di un viaggio in treno, mediamente più alto di quello di una persona – è diventato, negli ultimi trent’anni, la mia finestra panoramica sul mondo”, ha raccontato il leader dei Talking Heads nel suo “I Diari della Bicicletta”, edito nel 2009, fortunata incursione nel campo dell’editoria. Artista a tutto tondo, non solo musicista, Byrne ha usato la bici come mezzo di liberazione e critica sociale.

Leonardo Di Caprio, il commuter

Sul web ci sono parecchie sue fotografie in sella a bici dei servizi di sharing delle più grandi città del mondo. A Leonardo piace pedalare, insomma. E tra i vip che amano la bicicletta è quello che con più convinzione la promuove come servizio pubblico. Gli piace andare in sella molto più che in taxi. Il suo impegno per la salvaguardia dell’ambiente, quindi, passa anche da un sellino, due ruote e due pedali: l’attore, in prima fila per la difesa della ricchezza naturale del nostro Pianeta (vedi la battaglia e le donazioni per la Foresta Amazzonica), sa bene che la bicicletta è un messaggio globale, un’arma da impugnare per difendere la bellezza di nostra Madre Terra.