Home mobilità città La città delle cinque ciclovie: il lato bike friendly di Milano

La città delle cinque ciclovie: il lato bike friendly di Milano

1602
Milano

Non è Amsterdam e neppure Copenaghen, ma Milano resta una risorsa per il cicloturismo nel nostro paese, su cui spendere investimenti per ripulire l’aria e migliorare la qualità della vita. Pianeggiante, magnete per cultura, teatro ed eventi, il capoluogo lombardo potrebbe ospitare diversi tracciati bike friendly lungo il proprio territorio: AIDA, AbbriacciaMI, VenTo, ARDA e MIMO sono cinque progetti di ciclovia, alcuni solo su carta altri già avviati, che attraversano Milano in lungo e in largo.

1. Aida

La Ciclovia Alta Italia Da Attraversare, l’AIDA, è un progetto che non riguarda soltanto Milano, ma tutto il nord Italia da Susa fino a Trieste. Grazie al lavoro di FIAB e al sostegno di una campagna di crowdfunding per mappare l’intero percorso con adesivi segnavia, 900 chilometri di tracciato collegano siti Unesco e città. Stando alla mappa disponibile online il percorso di AIDA attraverserà Milano da ovest a est, toccando i quartieri di Portello, Tre Torri, Porta Garibaldi e Greco per poi indirizzarsi verso Treviglio e Brescia.

Una vista su Piazza Tre Torri a Milano

2. AbbracciaMI

Milano non è soltanto il centro storico. L’associazione Milano Bicycle Coalition ha in cantiere il progetto di una ciclabile ad anello che abbracci tutta la città. Da lì il nome: AbbracciaMI – sostenuta da Fondazione Cariplo – come la circonvallazione green per smentire una volta per tutte chi dice che in città non c’è abbastanza verde. Percorsa più volte da ciclisti e appassionati per chiedere alla politica investimenti, la pista è lunga 70 chilometri e si percorre in circa 6 ore. Dipende quanto tempo vi fermate per rilassarvi nei 20 parchi che attraversa.

Una parte del tracciato di AbbracciaMI

3. VenTo

Cosa c’entra il Po con Milano? La ciclovia VenTo corre lungo il principale fiume italiano da Torino fino a Venezia, ma il Politecnico, a capo dello studio di fattibilità dal 2012, non se l’è sentita di escludere il capoluogo dal tracciato vista la tradizione che ha legato Milano al Po grazie ai Navigli. Il tracciato interessa soltanto la zona sud ovest della città.

VenTo corre lungo gli argini del Po

4.ARDA

L’ultima arrivata tra le ciclovie milanesi in cantiere, ARDA è A Ritmo D’Acque, il progetto di BASE Milano per valorizzare i Navigli come sentiero bike friendly mappato anche grazie all’app ARDA, dove sono disponibili informazioni su tutti i percorsi. Un altro modo per scoprire la città e spingersi fino all’aperta campagna.

5. MIMO

Ciclovia ideale anche per il bike to work quotidiano. Il progetto MIMO è stato presentato da Bikenomist per collegare Milano a Monza lungo un tracciato di 15 km. Dove oggi corrono le macchine, un domani dovrebbe esserci più spazio per pedoni e ciclisti, oltre a una valorizzazione del paesaggio urbano grazie a migliaia di nuovi alberi. Se diventasse realtà l’opera ridurrebbe il passaggio delle auto di 20mila veicoli ogni giorno.