Trentino in bicicletta: 54 chilometri tra il lago d’Idro e le Dolomiti di Brenta

    1039
    lago di Ronconi
    Lo scenario incantato del piccolo lago di Roncone - foto © VisitTrentino

    Sempre più capillare, sempre meglio collegata. Parliamo della rete ciclabile del Trentino, territorio bike friendly per una ciclovacanza estiva. Il Trentino in bicicletta è tutto da scoprire non solo nelle ‘vie maestre’ come la Via Claudia Augusta lungo l’Adige, ma anche nelle valli laterali. Prossima al varo è un’unica pista ciclabile per collegare il lago d’Idro alle Dolomiti di Brenta. Un percorso di 54 chilometri che unisce la valle del Chiese, nel complesso delle Giudicarie, e la val Rendena. Nella valle del Chiese si sviluppa una panoramica ciclopedonale a bordo acqua lungo la sponda trentina del lago d’Idro. In 19 chilometri porta dal confine con la Lombardia fino a Cologna di Pieve di Bono. Dall’alto la sorveglia il Castello San Giovanni, da sette secoli arroccato a dominio della valle.

    Il percorso si presta, come spesso accade alla scoperta del Trentino in bicicletta, a un cicloturismo slow. I piccoli borghi del territorio (Darzo, Condino, Cimego, Pieve di Bono) sono fasciati da campi di una pregiata varietà locale di granturco, il “Marano”, da cui esce la farina gialla di Storo, lavorata per farne ingrediente di una polenta tradizionale tutta da gustare. Si prosegue alternando nuovi tratti ciclabili, inaugurati nel 2020, a percorsi su viabilità secondaria, a basso livello di traffico; poi è di nuovo ciclopedonale nel tratto che da Lardaro prosegue fino a Bondo (in tutto fanno 33 chilometri), fiancheggiando anche il piccolo Lago di Roncone, fasciato dai boschi.

    A Bondo termina il percorso ciclopedonale della valle del Chiese; ma ci si può connettere, sempre su strade locali ignorate dal traffico, il borgo di Tione, dove dalla zona del Centro Sportivo inizia la pista ciclabile della val Rendena, che prosegue per altri 16 chilometri fino a Pinzolo e Carisolo. In tutale, quindi, una tranquilla randonnée di 54 chilometri tra gli scenari del Trentino occidentale. E dal lago d’Idro una digressione per gambe allenate porta in 4 chilometri fino a Bondone, tra scorci panoramici sul lago: paese di carbonai, in origine, Bondone conserva atmosfere d’altri tempi nel dedalo dei vicoli, dei passaggi coperti, delle scalinate tra le case, ed è inserito tra i Borghi più belli d’Italia.