Home Mercato eventi Velo-city torna in Italia. A Rimini l’edizione 2026

Velo-city torna in Italia. A Rimini l’edizione 2026

262
L'edizione 2023 di Velo-city, tenutasi a Lipsia

Velo-city torna in Italia dopo trentacinque anni. Sarà Rimini, uno dei Comuni Ciclabili, dal 16 al 19 giugno 2026 ad ospitare la più importante manifestazione internazionale, a scopi non commerciali, per il variegato mondo della bicicletta. L’ultima volta era stata Milano, nel 1991, ma si era solo alla quinta edizione di un appuntamento, lanciato da Ecf, la federazione europea che raccoglie le diverse associazioni di ciclisti in Europa, che aveva preso il via nel 1980 a Brema in Germania, diventando annuale, e sempre più importante, nel 2009 con l’appuntamento belga di Bruxelles.

Velo-city, la centralità di Fiab

Con l’assegnazione a Rimini dell’edizione 2026 l’Italia vede riconosciuto l’importante impegno profuso in varie forme e con diversa intensità da associazioni, amministrazioni locali, istituzioni per la diffusione di una vera cultura della mobilità ciclistica, quella che porta a una ridefinizione degli spazi delle città e a una migliore qualità della vita non soltanto per chi pedala. Grande la soddisfazione di Fiab, la Federazione italiana ambiente e bicicletta, membro di Ecf, che ha svolto un ruolo di spicco nella presentazione del progetto. Della squadra vincente fanno parte anche Anci-Associazione nazionale dei comuni italiani nonché la società di promozione turistica Visit Rimini e il Pco Aim Group International, società specializzata nell’organizzazione e nella gestione dei congressi.

“Una soddisfazione enorme per Fiab  – sono le parole del presidente Alessandro Tursi, già vicepresidente di Ecf  – La centralità di Fiab è sancita dall’aver ottenuto il ruolo chiave di Programme Director dell’evento, siamo orgogliosi e consapevoli della responsabilità che abbiamo nella definizione e nel coordinamento dei contenuti. Apriremo l’Italia al mondo: per i Comuni, coinvolti anche attraverso l’accordo con Anci sarà un’occasione straordinaria per conoscere modelli innovativi e connettersi con realtà che stanno facendo scuola”.
Grande soddisfazione espressa anche dal Sindaco di Rimini, Jamil Sadegholvaad: “Si tratta di un risultato che consolida l’ingresso di Rimini a pieno titolo fra le città virtuose che hanno scelto l’impegno nella promozione e nella realizzazione di infrastrutture e politiche a favore della mobilità attiva che coglie perfettamente il tempo del cambiamento della città, frutto di processi e interventi fatti, e in corso, all’interno di una visione di sviluppo che mette al centro la mobilità sostenibile. Con questo prestigioso riconoscimento, Rimini sarà al centro dei riflettori sul tema della bicicletta a livello internazionale”.

Non solo Europa

Velo-city è un grande summit internazionale di accademici, ricercatori, giornalisti, esperti di pianificazione e mobilità  di tutto il mondo che si incontrano e confrontano per trasmettere competenze e confrontare esperienze e buone pratiche.
L’edizione 2023 della manifestazione, tenutasi a Lipsia, ha visto la presenza di 1500 partecipanti da più di 60 paesi. Gand, in Belgio, ospiterà Velo-city 2025. la dimensione mondiale dell’evento è data dalle edizione extra-europee che si sono tenute, negli anni, in Canada, Australia, Brasile, Taiwan.