Home viaggio mete 6 itinerari tra i vigneti di casa nostra da pedalare (degustando ottimi...

6 itinerari tra i vigneti di casa nostra da pedalare (degustando ottimi vini)

752
Il cicloturismo alla ricerca delle buone cantine è sempre più diffuso in Italia.

L’autunno è alle porte, con i suoi colori caldi e la sua aria fresca. E con i suoi vini, carichi di profumi e di storia, pronti a essere imbottigliati e serviti sulle nostre tavole. Allora perché non sfruttare questo periodo dell’anno per una pedalata lungo bellissimi itinerari tra i vigneti nostrani, alla scoperta delle bellezze italiane ma anche per degustare i nettari delle produzioni locali? Ecco dunque 6 itinerari tra i vigneti di casa nostra.

Tra i vigneti del Collio.

IN FRIULI

Il tracciato dei Colli Orientali, in Friuli Venezia Giulia, è denso di suggestioni. L’itinerario, lungo circa 65 km, parte dal centro storico di Cividale (Patrimonio dell’Unesco) e passa nel cuore dei vigneti che circondano la città, e per lunghi tratti ricalca il percorso cicloturistico FVG-3 (Ciclovia Pedemontana e del Collio). Lì, su quelle colline, si producono il Prosecco Doc, il Friuli Venezia Giulia Igt e anche il Friuli Grave Doc.

La Strada del Vino in Alto Adige.

IN ALTO ADIGE

Quella dell’Alto Adige è ritenuta da molti la più antica Strada del Vino di tutto lo Stivale. E proprio lungo questo percorso sono stati creati tre diversi itinerari tra i vigneti per ciclo-enogastronomici che offrono la possibilità di visitare cantine vinicole e castelli, con degustazioni di vini autoctoni come il Lagrein, la Schiava ed il Gewürztraminer. I tre itinerari tra i vigneti non presentano grandi salite e si sviluppano lungo il fiume Adige , attraversando anche il Lago di Caldaro, tenute medievali e centri storici.

IN LOMBARDIA

Restando nel Nord Italia, incontriamo il marchio Franciacorta, conosciuto in tutto il mondo per le bollicine. L’associazione Strada del vino Franciacorta ha scelto di valorizzare questo territorio unico, progettando degli interessanti itinerari tra i vigneti, per fare conoscere la cultura ed il contesto del territorio da cui nasce uno dei vini più apprezzati al mondo.

Il Sentiero Valtellina.

ANCORA IN LOMBARDIA

Avete mai pedalato all’inferno? In Valtellina questa esperienza è fattibile. Perché alcuni tra i più conosciuti itinerari tra i vigneti d’Italia riservati alle due ruote transitano proprio ai piedi dei terrazzamenti dove si producono l’Inferno e altri vini rossi dal sapore intenso. Il Sentiero Valtellina, per esempio, corre lungo i vigneti e tocca importanti aziende che hanno fatto e stanno facendo la storia della produzione vinicola nazionale.

Viti e bici sulle strade dell’Eroica.

IN TOSCANA

Non si può qui non parlare della Toscana, terra di grandi ciclisti, di imprese eroiche, di fantastici percorsi cicloturistici e soprattutto di ottimi vini. Uno su tutti, il Chianti, che prende il nome dalla piccola catena montuosa che separa le città di Firenze e Siena. Viaggiare in bicicletta nel Chianti è un’esperienza straordinaria che lascia il piacevole sapore del ritorno al passato, del ritorno a un ciclismo fatto di fatica e strade sterrate, di piacevoli e caratteristici incontri e di scorci di paesaggi immacolati. Resi celebri anche da manifestazioni come l’Eroica che richiama appassionati di bici d’epoca da tutto il mondo.

Vigneti con vista mare in Sicilia.

IN SICILIA

Nel “profondo Sud”, c’è un percorso per certi versi ancora poco conosciuto ma carico di fascino. E di sapori. Si tratta della Strada del Vino e dei Sapori, che parte da Marsala e arrivo fino a Campobello di Mazara, passando per il cuore di Mazara del Vallo. Un viaggio che può essere fatto anche in bicicletta, grazie all’apposita segnaletica dedicata, che porta dalla collina al mare in un’alternanza di colori e profumi, scandito da quel forte senso dell’accoglienza, tradizione e cultura di questo territorio.