Home mobilità città Aosta in bicicletta si fa bella: fiocco rosa per due velostazioni e...

Aosta in bicicletta si fa bella: fiocco rosa per due velostazioni e 60 bike box

587
Aosta, parcheggio in un Bike box WeeloFit

Da questo mese ad Aosta chi sceglie la bicicletta come soluzione per la mobilità quotidiana si può appoggiare a due nuove velostazioni e a una serie di bike box per una sosta sicura e protetta. Le infrastrutture, realizzate nell’ambito del progetto Aosta in bicicletta, con un investimento complessivo di 193mila euro (e per un totale di 176 posti bici), sono state inaugurate il 16 maggio.

Le velostazioni sono due: una a nord del centro storico, con 72 postazioni, all’interno del parcheggio “Umberto Parini”; una a sud con 44 postazioni all’interno del parking “de laVille”. Si tratta di ambienti al chiuso e videocontrollati, dove poter lasciare il proprio mezzo anche per più giorni. Il loro utilizzo è libero e gratuito, 24 ore al giorno tutti i giorni.

I bike box WeeloFit invece sono 60 in tutto. Possono ospitare una bicicletta ciascuno, hanno all’interno due ganci per appendere il casco o borse e sono utilizzabili scaricando l’app gratuita Weelo. Sono raggruppati in tre postazioni collocate in punti strategici per l’intermodalità: piazza Ducler con 16 posti, via Chabloz con 24 posti e in via Carrel, nei pressi dell’autostazione e della stazione ferroviaria, con 20 posti.

L’Amministrazione comunale ha istituito la gratuità dei bike box per le prime 24 ore di utilizzo oltre che nelle giornate di sabato e domenica e nei festivi. Al termine delle 24 ore scatta la tariffa di 1,50 euro al giorno e la sosta non può comunque superare i sette giorni. La gestione della piattaforma web e del Customer Care sono garantiti per un anno dalla Società Bicincittà Italia per poi passare alla società  che già provvede alla manutenzione delle Velostazioni in struttura e dei punti WeeloFit.

Una dotazione complessiva, quindi, di 176 posti bici sicuri e protetti (il sistema Weelo è stato premiato l’anno scorso a Ecomondo) con cui, ha dichiarato l’assessore alla Mobilità del comune di Aosta Loris Sartore “si completa l’infrastruttura ciclabile offrendo alla cittadinanza la possibilità di muoversi in ambito urbano in tutta sicurezza sia negli spostamenti sia nella sosta e, non dimentichiamolo, contribuendo alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti”..