Home mobilità Bike economy: in Florida dal campo alla tavola il cibo viaggia in...

Bike economy: in Florida dal campo alla tavola il cibo viaggia in bici

587
Alcuni volontari di Fleet Farming impegnati in un giardino donato all'associazione.

Quando il cibo macina quasi 2500 chilometri, dalla coltivazione alla prima forchettata, quella distanza non pesa sulla dieta, ma sull’inquinamento ambientale. Nata nel 2014 a Orlando, Florida, proprio per avvicinare i consumatori alla terra e ai suoi frutti, Fleet Farming è l’associazione che cura e coltiva i giardini donati dai cittadini. A questi, secondo gli accordi, va una percentuale del raccolto, il resto viene distribuito tra mercati locali grazie a una squadra di volontari sempre in bicicletta.

Fleet Farming è l’associazione di Orlando senza scopo di lucro che coltiva i terreni donati dai cittadini con un gruppo di volontari che si spostano in bicicletta. Un mezzo che sempre più si presta a occasioni di lavoro. Chi possiede un giardino di almeno 46 metri quadri può donarne, secondo la legge, non più del 60% alla cura dei coltivatori su due ruote. Ad oggi sono oltre 300 i proprietari che hanno firmato un contratto di due anni con Fleet Farming con una donazione per l’avvio dei lavori non indifferente pari a circa 460 euro. Ma per chi non ne disponesse sono previsti sussidi.

Fleet Farming con i suoi coltivatori in bicicletta tra i terreni donati dai residenti di Orlando vuole tagliare quelle emissioni “frutto” del cibo. Un terzo del cambiamento climatico, questo il dato che campeggia sul sito dell’associazione, è imputabile proprio alla produzione del cibo, soprattutto, alle sue maratone fino alla tavola. Col suo programma Fleet Farming garantisce invece un tragitto bike friendly dalla terra al piatto non superiore agli 8 km.