Home mobilità città Ciclabile d’artista: in Polonia la pista è blu

Ciclabile d’artista: in Polonia la pista è blu

1252
In Polonia, sul modello olandese, la prima ciclabile a energia solare.

Certo, non manderanno in pensione i lampioni e le luci a bordo bici, ma il manto di una ciclabile a energia solare vale un gusto di ecosostenibilità in sella ancora raro. In Polonia, nella piccola cittadina di Lidzbark Warminski, la novità veste il colore blu lungo un breve tratto di pista che l’azienda TPA Instytut Badań Technicznych Sp. z o.o sta testando per restituire l’energia del sole sotto forma di luce pulita.

Al momento sono 100 i metri di ciclabile polacca che durante il giorno immagazzinano l’energia solare per colorare di blu la notte. Si chiamano luminofori, luci minuscole in materiale sintetico che, notte dopo notte, si illuminano grazie all’energia solare con un’autonomia massima di 10 ore sufficienti a coprire la durata del buio nordico. Per il colore selezionato invece dall’azienda, il blu, la sceltà è ricaduta sulla miglior cromatura che valorizzasse il paesaggio. Vedere per credere.

Pionieri in Polonia, gli ideatori della ciclabile che di notte si accende di blu si sono in realtà ispirati a un’altra opera, olandese, che due anni fa aveva catturato l’attenzione di appassionati e curiosi: richiamando l’arte di Van Gogh, la ciclabile Starry Night a firma dello Studio Roosegaarde’s aveva testato, oltre a una vernice “cattura-luce”, il collegamento della ciclabile ad alcuni pannelli solari per un’illuminazione notturna che richiamasse l’atmosfera dei quadri più suggestivi del pittore. Ma in Polonia, forse anche per distinguersi, hanno preferito l’utilizzo di un materiale che non necessita di alcuna fonte di alimentazione per accendersi di notte.

Allo studio della TPA Instytut Badań Technicznych Sp. z o.o, oltre alla possibilità di estendere i chilometri della ciclabile polacca a energia solare, c’è anche il capitolo costi, superiori a quelli per la realizzazione di una ciclabile in un paese dove, come abbiamo visto, non tutti ai piani alti della politica smaniano per i ciclisti. Per ora, nella fase dei test, la ciclabile in luminofori corre soltanto lungo un viale alberato, affiancata a un marciapiede che, a differenza del segmento per le biciclette, si illumina soltanto ai bordi.