Home viaggio programmi Coppa Cobram, a Desenzano del Garda torna la tragica gara del ragionier...

Coppa Cobram, a Desenzano del Garda torna la tragica gara del ragionier Fantozzi

1135
coppa cobram desenzano del garda
Ciclisti in posa in una passata edizione della Coppa Cobram

Qui non c’è la salitella di viale De Amicis, nominata poi tragicamente cima del Diavolo. Ma lo spirito è quello della prima edizione, quella di Fantozzi. Domenica 23 aprile, in pieno ponte così i partecipanti potranno riposarsi il giorno dopo la faticaccia, a Desenzano del Garda (in provincia di Brescia) va in scena la settima edizione della Coppa Cobram, manifestazione non competitiva che si ispira – c’è bisogno di dirlo? – alla manifestazione sportiva brutale a cui è stato sottoposto, sul set, il ragionier Fantozzi insieme a un gruppo di colleghi, dipendenti dello spietato Visconte Cobram. Il film è Fantozzi contro tutti, del 1980.

C’è ancora tempo per iscriversi alla Coppa Cobram di Desenzano del Garda sul sito ufficiale dove si trova anche il regolamento. Gli organizzatori spiegano che non ci sono limiti sul modello di bici, anche se ci si aspettano bici d’epoca, proprio come quelle del film, da inforcare rigorosamente alla bersagliera. Scordarsi invece le due ruote a pedalata assistita. “Care merdacce – avvisano – qui si pedala sul serio”

Giunta alla settima edizione, la Coppa Cobram mancava dal 2019. Il circuito non sarà neanche lontanamente paragonabile a quello disegnato dal Visconte. I partecipanti pedaleranno invece in un percorso ad anello nel centro storico di Desenzano del Garda. Pochi chilometri, assicurano. Al momento gli iscritti sono circa 500.

La storia della Coppa Cobram parte proprio a Desenzano del Garda nel 2014 grazie all’idea di Mauro Bresciani, nella bottega del Biciclettaio Matto. Un movimento che anno dopo anno è cresciuto, con corridori che si sono presentati al nastro di partenza mantenendo uno stile fedele alla mise fantozziana. Il personaggio di Paolo Villaggio ha ispirato anche altre iniziative del genere: come dimenticarsi della Coppa Filini a Bologna? Se volete poi ripassare il ruolo della bicicletta nella storia del cinema ecco un articolo in cui abbiamo ripercorso alcune delle pellicole più belle.