Home storie persone Il ciclista della memoria pedala per l’Europa. Nel 2024 in bici dalle...

Il ciclista della memoria pedala per l’Europa. Nel 2024 in bici dalle Alpi a Ventotene

935
ciclista della memoria

Si chiama Giovanni Bloisi e da diversi anni è conosciuto come il ciclista della memoria. Pedala dal 2013 sulle tracce della Storia, da Selvino ad Auschwitz, per tener vivo il ricordo delle tempeste del Novecento e consegnarle alle generazioni future. Avevamo raccontato su BC – Autunno 2020 la sua missione ‘Senza se e senza ma’. Nel 2024, l’anno che ha in calendario le elezioni Europee per il rinnovo del Parlamento, partirà per un viaggio in bicicletta dalle Alpi fino all’isola di Ventotene, simbolo dell’omonimo manifesto scritto da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi là confinati dal regime fascista. “Io viaggio – spiega nella descrizione del suo sito – perché desidero che, attraverso il mio lento pedalare per le strade del mondo, si comprenda l’importanza della Pace e della Fratellanza tra gli uomini, mantenendo viva la Memoria sia sulle vittime delle guerre, dell’odio, della violenza, dell’intolleranza, del razzismo e sia sulle motivazioni che portarono a tanto”.

In una recente intervista in cui parla proprio del viaggio in programma, il ciclista della memoria ha ipotizzato la partenza ad aprile prossimo, di modo da arrivare all’isola di Ventotene il 9 maggio, la Giornata dell’Europa. In quel giorno, nel 1950, Robert Schuman, all’epoca ministro degli esteri del governo francese, pronunciò il discorso (la dichiarazione Schuman) ritenuto alla base del concetto di Europa intesa come progetto politico, di cooperazione tra Stati a pochi anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Giovanni Bloisi (68enne di Varano Borghi, provincia di Varese), organizzerà questa pedalata per l’Europa in collaborazione con il Movimento Federalista Europeo. Sulla sua pagina Facebook il ciclista della memoria ha pubblicato decine di scatti che lo ritraggono in giro per l’Italia di fronte a monumenti e in luoghi chiave per la storia del Paese. Con questa nuova pedalata l’obiettivo del ciclista della memoria è “raccontare cosa è successo nel 1941 quando Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, nel periodo in cui erano stati confinati sull’isola di Ventotene per essersi opposti al regime fascista, idearono un progetto di unità europea”.