Home mobilità ambiente In bici sul marciapiede: multato a Torino Stefano Esposito, senatore pd

In bici sul marciapiede: multato a Torino Stefano Esposito, senatore pd

1367

Pedalava sul marciapiede con la figlia sul seggiolino, seguito dall’altro bambino di nove anni su una piccola mountain bike. Multato di 41 euro.

È successo a Torino al senatore del Pd Stefano Esposito (quello che vorrebbe il casco obbligatorio per i ciclisti), fermato a poche centinaia di metri da casa da un vigile rigorosamente formale. Esposito, che non ha rivelato subito la sua identità ed ha immediatamente allontanato la scorta che stava per intervenire, non contesta la legittimità della multa, ma il contesto nella quale è stata staccata.

«Non stavo correndo e non ero in una zona affollata, ho scelto il marciapiede solo per pedalare in sicurezza con i bambini. Se le regole sono queste niente da dire, ma ho deciso di presentare ricorso per aprire una discussione in città». Al vigile che gli ha consigliato, quando esce con i bambini, di lasciare la bici in cortile, l’esponente pd replica: «Non voglio rinunciare alla bici e rispetto le regole, ma se non ci sono alternative preferisco fare una violazione formale al codice della strada che rischiare. E poi, lo ripeto, sul quel marciapiede non c’era nessun pedone, non mettevamo a rischio nessuno». Mentre, racconta qualche testimone, tutt’intorno c’erano decine di auto posteggiate in seconda fila che, come è ormai consuetudine in tutte le città italiane, l’hanno fatta franca.