Home mobilità ambiente A Londra dove i ciclisti superano gli automobilisti è boom di e-bike

A Londra dove i ciclisti superano gli automobilisti è boom di e-bike

699
Londra
Ciclabili ben disegnate e protette sono alla base dell'aumento dei ciclisti urbani a Londra.

Londra sempre più all’olandese. La capitale britannica si appresta, sulla spinta delle intuizioni dell’allora sindaco Boris Johnson, a diventare la nuova Amsterdam e a reclamare il ruolo di città più bike friendly d’Europa. Basta girare per le strade per vedere come cresca con regolarità il numero di quanti hanno scelto la bici, anche grazie a una meticolosa politica di infrastrutture per la sicurezza, come mezzo di trasporto abituale. Abbandonando definitivamente la propria vettura.

Londra investe sulla sicurezza in bici

E a conferma arrivano anche i dati ufficiali. Secondo il Dipartimento dei Trasporti su numerose strade di Londra e del Regno Unito il numero di ciclisti ha superato quello degli automobilisti. E non si tratta ovviamente di isole pedonali, ma di zone centrali dal forte richiamo turistico e commerciale, come Lambeth Road e Royal Mint Street dove le biciclette rappresentano rispettivamentel l’87e l’81% degli spostamenti. Cifre più basse ma ugualmente significative, sempre secondo il Dipartimento dei Trasporti, in almeno altre quattro località di Londra dove i ciclisti rappresentano dal 55 al 63% degli utilizzatori. A sostenere questa tendenza, la consapevolezza ambientale post- Covid, e le le ciclabili ben protette che garantiscono sicurezza e voglia di mettersi in bici. Una tendenza che la grande Londra intende sostenere con il progetto di mini -Holland.

E-bike e monopattini, boom di noleggi

Ma a Londra è boom di noleggi e-bike e monopattini elettrici a Londra anche per la chiusura di alcune stazioni della metropolitana per lavori. A calcolare l’impennata di utilizzi è stata Lime, una delle società attive con la propria flotta in sharing nella capitale britannica: +162% di noleggi in più dalla stazione della metro Bank e +136% nei pressi della fermata di London Bridge. Ma la crescita non riguarda solo queste zone puntuali: a essere interessato, infatti, sarebbe l’intero tracciato di superficie sopra la Northern Line di Londra, che per alcuni mesi resterà chiusa in alcune stazioni. Lungo il percorso Lime ha riportato una crescita delle corse in e-bike del 113% e del 49% per quanto riguarda i monopattini elettrici.