Home Mercato Mercato della bicicletta 2021, sfiorato il record di vendite

Mercato della bicicletta 2021, sfiorato il record di vendite

313
mercato della bicicletta

Mercato della bicicletta, continua il momento d’oro. Dopo l’annata record 2020 – oltre due milioni di pezzi venduti – anche il 2021 segna dei risultati fino a qualche anno fa totalmente insperati. Sono stati infatti 1.975.000 le biciclette acquistate dagli italiani (-2%) nonostante le difficoltà di approvvigionamento per i produttori e le conseguenti lunghe attese dei clienti per la consegna. Le cifre sono quelle fornite da Confindustria Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori) per fotografare un mercato in grande salute, frutto anche di una nuova sensibilità ambientale del post-pandemia e degli interventi a favore delle mobilità ciclabile messi in atto da molte amministrazione locali come testimoniano i bike-smile Fiab  per i Comuni Ciclabili.

Mercato della bicicletta, il traino e-bike

A crescere ancora la pedalata assistita con 295mila pezzi venduti (+5% rispetto al 2020), compensando la flessione delle muscolari (1.680.000 e -3%). A conferma dell’importanza delle e-bike in tutta Europa passate dal 1,25 milioni pezzi venduti del 2014 ai 5,5 stimati del 2021. Soddisfatto il commento del presidente di Ancma Paolo Magri. “Un risultato molto positivo, raggiunto in assenza degli incentivi all’acquisto che avevano contribuito al considerevole dinamismo della domanda post-lockdown nel 2020”.

I dati di mercato della bicicletta stilati da Ancma hanno poi permesso di misurare l’andamento dell’industria di riferimento. Quest’ultima, con più di 3,2 milioni di biciclette, fa segnare nel 2021un aumento della produzione del 7%. Il segmento e-bike, da solo, cresce del 25%. Al contrario, la bici muscolare registra un + 5% sul 2020 e oltre 2,9 milioni di pezzi prodotti. Aumenti a doppia cifra anche per i dati che riguardano l’export di biciclette muscolari (+21%) e quello delle e-bike (+56%) per un valore complessivo di 418 milioni di euro (+ 45%). Ma non è finita: risulta ancora più significativo il valore dell’export di parti e componenti, che arriva a un totale di 528 milioni di euro (+36%)Si tratta di una tendenza, quest’ultima, che consolida l’eccellenza produttiva italiana di selle, gruppi, telai e ruote per bici di alta gamma.