Home mobilità città Milano, la soluzione per bici e monopattini a noleggio? Gli operatori chiedono...

Milano, la soluzione per bici e monopattini a noleggio? Gli operatori chiedono un unico bando

752
milano bando monopattini

Da diversi anni la mobilità urbana a Milano è cambiata. E non soltanto grazie alle nuove ciclabili realizzate dall’amministrazione nei difficili mesi del primo lockdown (i dati sui passaggi lungo la pista di Corso Buenos Aires sono eloquenti). Ma anche perché in città non c’è via o piazza che non sia coperta da e-bike e monopattini elettrici messi a disposizione dai diversi gestori del free floating ammessi dal Comune. Dal 2019, anno di avvio di questa sperimentazione di micromobilità, le cose sono tuttavia cambiate e la frammentazione del mercato starebbe rendendo difficile gli affari per le società stesse, in difficoltà nel tenere i bilanci in attivo. Per questo hanno deciso di inviare una richiesta alla giunta guidata dal sindaco Beppe Sala per chiedere un cambio di passo. Occorre, chiedono in coro, un bando unico per il noleggio di e-bike e monopattini elettrici che renda più snello il settore.

La richiesta di un bando unico a Milano per bici e monopattini in sharing arriva a poche settimane dalla scadenza della sperimentazione – prevista in luglio – e punta a far fare un salto di qualità al servizio nel capoluogo lombardo. Stando ai dati resi noti dalle aziende dello sharing a Milano ogni mezzo a noleggio ha una media di corse giornaliere di 0,9, molto al di sotto della media europea di 1,7. Il sindaco Sala ha già fatto sapere che il tetto di 6mila mezzi in condivisione non è al momento in discussione.

Tanti operatori e moltissimi mezzi poco utilizzati obbligano le società a suggerire un nuovo quadro per favorire un’economia di scala e una concorrenza che non frammenti il mercato. Degli operatori presenti finora in città, sette offrono le proprie flotte di monopattini, mentre cinque si occupano delle biciclette elettriche. Un confronto in questo caso è d’aiuto: a Parigi, dove i gestori degli escooter hanno ancora pochi mesi di tempo prima di ritirare le proprie flotte dopo il ban stabilito dal referendum dell’aprile scorso, le società che noleggiano monopattini sono tre soltanto. Il sindaco Sala non ha comunque mai avanzato l’ipotesi di metterli al bando, come più volte invece ribadito dalla sua omologa parigini Anne Hidalgo per questioni di sicurezza stradale e parcheggi selvaggi. Nelle prossime settimane Milano dovrà comunque mettere mano alla questione bando per stabilire il futuro di bici e monopattini a noleggio in città.