Home storie cultura Pantani, vent’anni dopo. Quaranta in un libro lo ricordano così

Pantani, vent’anni dopo. Quaranta in un libro lo ricordano così

552
Pantani
Marco Pantani, maglia rosa, ha staccato tutti. La sua morte ha lasciato tanti misteri e un vuoto incolmabile.

Marco Pantani, il Pirata. Sull’ultimo vincitore – correva il lontano 1998-  della doppietta Giro- Tour sono stati girati film, allestite opere teatrali, composte canzoni e ovviamente scritti decine di libri per raccontare le sue imprese da campione, il suo dramma di uomo, la sua morte che, per molti, presenta ancora molti lati oscuri. Quella sera del 14 febbraio 1994, quando la notizia della suo ritrovamento in un residence di Rimini cominciò ad allargarsi dalla stretta cerchia degli addetti ai lavori fino a quella del grande pubblico, in molti rimane un ricordo che non si cancella.

Pantani, il mito che resiste

PantaniUn po’ – e che il paragone non sia considerato blasfemo – come quando in Italia si venne a sapere di Aldo Moro e negli Usa dell’omicidio di Jfk. Gino Cervi e Filippo Cauz hanno chiesto a quaranta personaggi di riavvolgere il nastro dei ricordi e di tornare a quell’indimenticabile San Valentino. Ne L’ultima volta che se ne è andato Pantani. Un diario collettivo. (edizioni Al Vento) ci sono giornalisti scrittori, musicisti, politici (Mauro Berruto, intellettuale, deputato pd, uno dei ct più vincenti della nazionale italiana di pallavolo).  Firme diverse, dai luoghi più diversi: quelli che il Pirata lo seguivano per lavoro tappa dopo tappa, e quelli che restavano incollati alla televisione per aspettare che gettasse via la bandana, stringesse il manubrio e salutasse tutti. Quelli che avevano 15 anni e quelli che ogni volta si ricordavano di quando partiva Coppi.

Un valore sociale

Tutti hanno scritto a titolo gratuito, per ridurre i costi di un libro di cui una parte del ricavato andrà a sostenere due comunità colpite dall’alluvione del maggio 2023 in Romagna: la Sc Faentina, la più longeva squadra ciclistica giovanile di Faenza, e la Cooperativa Sociale Terre dei Miti di Sorrivoli. Un modo per riportare Pantani in Romagna e per far sì che, ancora una volta, il Pirata dia qualcosa alla sua gente.

Questi i quaranta autori.

Alessandro Autieri, Marco Ballestracci, Riccardo Barlaam,
Giovanni Battistuzzi, Mauro Berruto, Giancarlo Brocci, Filippo Cauz,
Gino Cervi, Paolo Condò, Alessandro De Marchi, Alessandra De Stefano,nFrancesco Farabegoli, Gian Luca Favetto, Lorenzo Franzetti, Daniel Friebe, Gabriele Gargantini, Alessandra Giardini, Marco Grassi, Aldo Grasso, Luca Gregorio, Alan Marangoni, Carlo Martinelli, Andy McGrath, Matteo Nucci, Marco Pastonesi, Leonardo Piccione, Marcello Pieri, Pietro Pisaneschi, Luca Pisapia, Massimo Raffaeli, Stefano Rizzato, Guido P. Rubino, Antonio Ruzzo, Paolo Santolini, Andrea Schiavon, Riccardo Spinelli, Herbie Sykes, Paolo Tomaselli, Piero Trellini, Stefano Zago.