Home mobilità città 5 curiosità sui ciclisti quotidiani registrate da Strava in tutto il mondo

5 curiosità sui ciclisti quotidiani registrate da Strava in tutto il mondo

1047
Una traccia a forma di Simpson lasciata da ciclisti urbani di Brighton

Ci sono anche i buontemponi che fanno a gara per disegnare i tracciati più iconici (qui trovate una selezione di 15 tra i più bizzarri). Ma Strava, applicazione usata in tutto il mondo dai ciclisti (oltre che dai runner) per monitorare i propri spostamenti e tenere una traccia della propria pedalata, offre anche una base di dati più concreta: dall’analisi che la società propone ogni fine anno, emerge una serie di curiosità che potrete confrontare con le vostre abitudini in bicicletta. Eccone un assaggio in 5 voci.

COMMUTER – Gli spostamenti in bici tra casa e ufficio sono in crescita in tutto il mondo. I commuter che utilizzano Strava salgono in sella per recarsi al lavoro in media 3 o 4 giorni a settimana e percorrono 14,4 chilometri. In crescita anche i “runner” che decidono di approfittare degli spostamenti tra casa e lavoro per correre: quest’anno su Strava sono aumentati del 13 per cento, coprendo 1 o 2 tragitti a settimana per una distanza di 7,7 chilometri. A livello globale si sono risparmiati 716 milioni di chilogrammi di CO2.

MARTEDI’ – Il martedì, quello che da noi italiani è ritenuto il secondo giorno della settimana, è il giorno in cui i ciclisti vanno più veloci e registrano performance migliori. La domenica invece è il giorno in cui i ciclisti escono più volentieri, perché è quello in cui si registrano la maggior parte delle pedalate. Molto probabilmente gli amanti delle due ruote approfittano del lunedì per riposare, così il martedì riescono a mettere più energia sui pedali.

CAFFE’ – Il caffè batte la birra. Se pensate che la bevanda più apprezzata dai ciclisti sia la birra, vi sbagliate. Dall’analisi che i team di Strava hanno fatto dei titoli delle attività degli utenti di tutto il mondo, la birra è la bevanda più citata dai runner, mentre i ciclisti preferiscono il caffè. Completano la classifica degli alimenti più citati torte, ciambelle, biscotti e infine la pasta.

LIKE – Nel 2018 su Strava sono state caricate 25 attività al secondo. E sono stati percorsi 10,7 miliardi di chilometri in 195 nazioni. I kudos, cioè i “like” che gli utenti possono scambiarsi, sono stati 3,6 miliardi. La foto del 2018 che ha ricevuto più kudos appartiene all’atleta numero 7.491.815, un tale che di nome fa Chris Froome, ed è stata scattata a pochi passi dal quartier generale europeo di Strava, al termine della terza tappa del Tour of Britain.

IN MEDIA – In media chi ha pedalato e registrato su Strava la propria uscita, lo ha fatto per un’ora e 37 minuti. La media mondiale della distanza delle escursioni in sella a una bicicletta è di 35,2 chilometri. I ciclisti poi, sempre dall’analisi delle medie globali, non sono lupi solitari come i runner. Il giro ciclistico in gruppo infatti è del 52 per cento più lungo rispetto a quello in solitaria. Un’attività quando viene praticata insieme ad altri, cioè condivisa, è più lunga, forse anche perché più divertente.