Home mobilità Codice della strada, cosa cambia da oggi. Le novità sui monopattini

Codice della strada, cosa cambia da oggi. Le novità sui monopattini

806

Da oggi, mercoledì 10 novembre, entrano in vigore tutte le novità approvate in Parlamento per il Codice della Strada. Le norme riguardano sia la circolazione dei mezzi sia la trasparenza da parte dei Comuni che, ad esempio, dovranno pubblicare una relazione annuale in cui mostrare come vengono reinvestiti i soldi delle multe. Concentriamoci però sul capitolo monopattini: grazie al bonus mobilità del 2020 sono aumentati gli escooter in circolazione, tra entusiasmo e scetticismo. Andiamo a vedere quali sono le novità per chi li guida e per le società di sharing.

Anzitutto il nuovo Codice della Strada ha abbassato il limite di velocità massimo per i monopattini da 25 km/h a 20 km/h; nelle zone pedonali non si può andare oltre i 6 km/h ed è vietato il passaggio sui marciapiedi, a meno che il mezzo non sia condotto a mano. Il Parlamento ha deciso anche che, dal luglio 2022, tutti i nuovi monopattini dovranno essere dotati di frecce di svolta e freni su entrambe le ruote; pure quelli già in circolazione dovranno adeguarsi alle nuove norme di sicurezza; è fatto obbligo da subito l’utilizzo di luci di posizione e di giubbino catarifrangente dopo il tramonto.

Per contrastare le soste selvagge dei monopattini sui marciapiedi, circostanza che riguarda soprattutto i mezzi in sharing, ebbene il nuovo Codice della Strada impone alle società di noleggio di richiedere all’utente una foto dell’escooter parcheggiato (passaggio che, a onor del vero, è già stato adottato da molte aziende). A meno che le amministrazioni comunali non vi dedichino spazi specifici, è infatti proibito parcheggiare i monopattini sui marciapiedi.

La Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta ha accolto con soddisfazione la nuova serie di norme sui monopattini, mezzi alternativi alle automobili e meno ingombranti nelle città. Tuttavia resta un nodo ancora da sciogliere: come si legge sulla stampa, sembra che il nuovo testo dia la possibilità ai monopattini di circolare anche su strade extraurbane secondarie, dove il limite è fissato a 50 km/h. Al netto di tutto questo è da sottolineare il fatto che il legislatore abbia finalmente normato i monopattini con regole e limiti chiari.