Festival Teatro a Pedali: a Piossasco si va in scena con l’energia delle bici

    271
    Il set del festival Teatro a Pedali
    Sulla scena del Festival Teatro a Pedali: in primo piano, le bici che lo alimentano.

    Un originale format di spettacolo, il Teatro a Pedali, che vi avevamo già presentato in questo post, diventa ora festival. Fino al 26 giugno, al teatro Il Mulino di Piossasco, provincia di Torino, tutti gli spettacoli che si alternano in cartellone vanno in scena alimentati dal pubblico che assiste e partecipa. Come? Gli spettatori in sella a biciclette collegate a un sistema di cogenerazione elettrica alimentano la produzione di energia necessaria per l’impianto audio e per le luci sul palco. Il tutto avviene in un teatro a sua volta simbolo di energia sostenibile: il Festival Teatro a Pedali ha infatti per location un vecchio mulino trasformato per dieci giorni in un teatro.

    Il protagonismo del pubblico del Festival Teatro a Pedali si esprime anche attraverso momenti esperienziali in cui lo spettatore si trova al centro della performance. Daniele Ronco è inventore del format e direttore artistico di Mulino ad Arte. “Eventi come la Cena del silenzio e laboratori – spiega – pensati per riavvicinarsi gli uni agli altri, per riconnettersi con il proprio se’ e con la natura”. Sono improntati alla sostenibilità anche i momenti collaterali. Tra questi la sfilata di abiti second hand del 24 giugno e gli aperi-talk in programma ogni giorno dal 21 al 26 giugno su tematiche legate all’ambiente, in cui il pubblico dialoga con esperti del settore.

    Teatro a Pedali: il cartellone degli spettacoli

    E ora un occhio al cartellone (più in dettaglio lo trovate qui sul sito ufficiale del Festival che agisce anche da biglietteria on-line). Di richiamo il 22 giugno, giornata dedicata al climate change, lo spettacolo di divulgazione scientifica curato e condotto da Luca Mercalli. Giovedì 23 sarà la volta di Voci dal bosco, una produzione del Teatro Selvatico, inserita in un network di compagnie under 30. Sabato 25 si esibirà sul palco Teodoro Bonci del Bene, in una produzione del Teatro Nazionale di Genova che ha per titolo New Constructive Ethics. A chiudere il festival, domenica 26, lo spettacolo Saluti dalla Terra del Teatro dell’Orsa. Gli spettacoli sono serali; di giorno, musica e laboratori per adulti e ragazzi.