Home viaggio Cicloturismo, a Bologna la Fiera di riferimento per operatori e per chi...

Cicloturismo, a Bologna la Fiera di riferimento per operatori e per chi pedala

926

Cicloturismo, si tiene a Bologna, da venerdì 5 a domenica 7 aprile la terza edizione della più importante Fiera italiana dedicata a un settore che oggi, nel nostro Paese vale qualcosa come 4 miliardi di euro, con importanti ricadute sulle economie locali e sui quei territori tagliati fuori dalle grandi direttrici turistiche, spesso a rischio di spopolamento. Cifre significative, che contribuiscono a quel tesoro di 45 miliardi di euro che è il valore stimato del cicloturismo in Europa, con un numero di occupati che supera i 500mila. Ad organizzarla, allo spazio DumBo, Bikenomist, azienda specializzata nella comunicazione e promozione delle economie della bicicletta che riserva la prima giornata agli operatori del settore e al mondo del business B2B e apre le altre due, con ingresso gratuito, al pubblico che oltre agli espositori – dalle mete di vacanza ai produttori di bici e accessori – potrà trovare, rispetto alle passate edizioni un maggior numero di workshop e di racconti di esperienze di viaggio. 

“Abbracciare il percorso del turismo attivo e sostenibile è un impegno per salvaguardare la bellezza del nostro pianeta e le sue sfumature culturali. Attraverso ogni pedalata, ogni passo e ogni scelta ecologica, apriamo la strada a un futuro in cui l’esplorazione si armonizza con la conservazione delle unicità. Quando ci muoviamo con leggerezza, lasciamo dietro di noi un’impronta gentile, preservando le meraviglie del nostro mondo per le generazioni future garantendo sostenibilità economica ai territori.” dichiara Pinar Pinzuti, direttrice della Fiera del Cicloturismo e membro del consiglio di EuroVelo.

La Fiera del cicloturismo è anche l’occasione per aggiornare i dati economici che riguardano questo settore in grande crescita (nel 2022 il numero di cicloturisti che hanno scelto l’Italia è raddoppiato rispetto al 2019) con il rapporto curato da Isnart, l’Istituto nazionale ricerche turistiche promosso dalle Camere di commercio.

Oltre 80 tra destinazioni, operatori e produttori in Italia e nel mondo hanno già confermato la loro partecipazione alla prossima edizione della Fiera del Cicloturismo come Spagna, Portogallo, Turchia, Slovenia, Croazia, Belgio, Giordania, Regione Sicilia, Veneto, Basilicata, Toscana e Friuli Venezia Giulia e molte altre destinazioni che hanno puntato al turismo attivo. Confermati anche brand del settore bici e servizi come Shimano, Canyon, Gazelle, Ducati, Bergamont, BRN, Repower e altri.