Home storie persone Il ritorno della fisarmonica verde. La tournée in bici di Andrea Satta...

Il ritorno della fisarmonica verde. La tournée in bici di Andrea Satta sul filo della memoria

1184
andrea satta fisarmonica verde
Andrea Satta e il figlio Lao: dalla Germania verso Roma per raccontare la storia di Gavino, un padre e un nonno sopravvissuto all'Olocausto

L’artista Andrea Satta pedala da diversi giorni cercando di seguire il più fedelmente possibile il percorso che, a bordo di un treno, il padre compì al termine della Seconda Guerra Mondiale per tornare a casa, a Roma. Dopo esser stato prigioniero nel campo di concentramento di Lengenfeld, in Germania, Gavino Satta riuscì fortunatamente a salvarsi. Con lui portò via una fisarmonica verde, simbolo di una normalità e di un’umanità sopravvissute all’Olocausto. “Il ritorno a casa della Fisarmonica Verde” è un’iniziativa culturale che si concluderà il 6 agosto nella Capitale, tappa finale di un tour in cui Andrea Satta, fondatore del gruppo musicale Tetes de Bois, si sta esibendo per raccontare la storia di suo padre grazie anche a uno spettacolo teatrale (teatro e bici, del resto, vanno a braccetto).

In tutto sono 1600 i chilometri che percorrerà Andrea in compagnia del figlio, Lao, e di altri amici che si stanno aggiungendo alla carovana giorno dopo giorno. La senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz, ha commentato così questa manifestazione che si propone di custodire e diffondere il valore della memoria. «650.000 uomini, con il loro no pronunciato coraggiosamente ottant’anni fa divennero Internati Militari Italiani, protagonisti dell’altra Resistenza. Tra questi anche anche il mio futuro marito, l’ufficiale Alfredo Belli Paci. Una pagina di storia gloriosa di cui molto resta da raccontare».

Su Facebook e su Instagram potete seguire le varie tappe del viaggio e le riflessioni che germogliano giorno dopo giorno. Domani, martedì 25 luglio, il gruppo entra in Italia, con una prima tappa a Vipiteno (Bolzano) per poi passare da Rovereto, Verona, Bologna, Fiesole (Firenze), Cenci (Arezzo) e concludere a Roma nella prima settimana di agosto. In molte delle tappe Andrea Satta si esibirà con lo spettacolo “La Fisarmonica Verde” con la regia di Ulderico Pesce. Tra i patrocini concessi a questo viaggio della memoria c’è anche quello della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta.