Home mobilità In Francia le pubblicità delle auto inviteranno ad andare in bici. Ecco...

In Francia le pubblicità delle auto inviteranno ad andare in bici. Ecco come

1394
francia pubblicità auto

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale, la nuova legge che in Francia rivoluzionerà la pubblicità delle auto avrà effetto a cominciare da marzo, quando su tv, internet, cinema, carta stampata e radio dovrà essere aggiunta a qualsiasi claim su SUV e quattro ruote anche una delle frasi previste dal ministero della Transizione ecologica. Ecco qualche esempio: “Considera il car pooling”, “Per i viaggi brevi, vai a piedi o in bicicletta”. Si accompagna insomma l’annuncio pubblicitario con un avviso che mira a ricordare gli effetti collaterali dell’uso delle auto. Si tratta di una novità che, stando al nuovo corso approvato dal Parlamento, punta a spingere sempre più cittadini a utilizzare mezzi alternativi alla macchine, soprattutto quando le distanze sono brevi. Nel caso in cui l’inserzionista non adotti tale misura è prevista una multa fino a 50mila euro per ciascuna trasmissione.

Da parte loro le case automobilistiche hanno criticato la misura ma intendono naturalmente rispettare le nuove regole. «Decarbonizzare il trasporto non significa solo passare ai motori elettrici – ha twittato la ministra della Transizione ecologica francese Barbara Pompili -. Significa anche usare il trasporto pubblico o la bicicletta quando possibile». Come si legge su Le Monde, che ha riassunto le principali novità di una norma inserita in un quadro bike friendly e pro mobilità attiva, le pubblicità dei veicoli più inquinanti (ovvero quelli che emettono oltre 123 grammi di CO2 al km) saranno bandite a cominciare dal 2028.

A livello interno Macron è stato spesso criticato dall’opposizione come il presidente delle élite, sostenuto da quello che anche in Italia è stato ribattezzato senza giri di parole il popolo delle ztl. Il fatto che le pubblicità delle auto dovranno diffondere messaggi bike friendly non dovrebbe però spaventare, dal momento che da anni i ciclisti popolano gli spot delle auto nel tentativo di porre le quattro ruote come mezzi sempre più green. Sembra passata una vita rispetto a quando la Francia censurava la pubblicità delle ebike di VanMoof. Ma le cose, stando anche a quanto sta succedendo a Parigi, sembrano cambiate.