Home storie persone La Gare des Gars, a Cremona la ciclofficina diventa presidio educativo per...

La Gare des Gars, a Cremona la ciclofficina diventa presidio educativo per i ragazzi

617
L'inaugurazione di La Gare des Gars gestita a Cremona dalla cooperativa Cosper

«La Gare des Gars, volevamo un nome orecchiabile. Come uno slang: dal francese significa “la stazione dei ragazzi” e infatti l’abbiamo pensata proprio per loro». Enrico Platè, educatore della cooperativa Cosper di Cremona, parla di quello che fino a pochi mesi fa si presentava come un prefabbricato abbandonato, la vecchia biglietteria che ingombrava un angolo del piazzale dei pulman dove ogni giorno passano centinaia di studenti pendolari delle scuole superiori e non solo. «L’abbiamo inaugurata pochi giorni fa: La Gare des Gars è una ciclofficina, ma anche qualcosa di più – spiega Platè – è un presidio educativo per i ragazzi in una delle zone nevralgiche della città».

In piedi dagli anni ‘80 come biglietteria e bar provvisori (poi definitivi) nel piazzale degli autobus di Cremona, il prefabbricato era chiuso da anni quando nel 2014 mulinano le prime idee di farci una ciclofficina tra gli educatori e i ragazzi della cooperativa. Lo scorso anno la Cosper partecipa a un bando della Fondazione Cariplo e ottiene 50mila euro complessivi per i suoi progetti rivolti ai giovani: si sistema il tetto di La Gare des Gars, si comprano le attrezzature, tutto il necessario per lavorare su freni e camere d’aria.

In 120 metri quadri capiterà spesso che a lavorare gomito a gomito saranno giovani tirocinanti degli istituti tecnici con adolescenti affidati alla cooperativa. «Con noi – aggiunge a BC Platè – lavorano anche alcuni adolescenti del penale minorile. E la bicicletta si presta bene alla nostra missione: ripararne una non è un’attività scontata se è inserita in un percorso educativo».

A differenza di altre “gustose” esperienze che fondono la bicicletta ad altre attività, il core business di La Gare des Gars è soltanto la bicicletta. «Abbiamo sei piani di lavoro per le riparazioni. In cantiere ci sono tanti progetti: vorremmo costruirci una cargo bike, offrire a noleggio biciclette per i turisti». Sociale e profit, come ci riassume Enrico Platè: «Se qualcuno vuole riparare la bicicletta siamo a disposizione, a prezzi più che convenienti. Per chi vuole invece fare da sé il nostro meccanico Andrea Freschi è sempre presente per qualche consiglio».

Aperta dal lunedì al venerdì La Gare des Gars non dovrà pagare canoni d’affitto perché il Comune di Cremona ha concesso in comodato d’uso gratuito il prefabbricato fino al 2032. Come dire, tempo per iniziative e crescita ce n’è a sufficienza.