Home mobilità città Spagna, un miliardo di euro per la transizione ecologica. Il 40% va...

Spagna, un miliardo di euro per la transizione ecologica. Il 40% va alla bici

1177
spagna 1 miliardo bici

In tutto sono 170 i comuni spagnoli beneficiari di un fondo da un miliardo di euro (già a budget) che coinvolge, tra le città più grandi, anche Barcellona e Pamplona. Il 40% delle risorse, assegnate dal Ministero dei Trasporti, della Mobilità e dell’Agenda Urbana andrà a favorire gli spostamenti in bici e la mobilità attiva. La misura andrà a riguardare aree urbane dove vivono complessivamente 24,5 milioni di persone. Come si legge sulla stampa spagnola, sono diversi gli obiettivi che potranno essere raggiunti con una somma del genere. Tutto fa parte di un percorso bike friendly avviato da tempo in Spagna, come vi abbiamo raccontato in questo post.

«Decarbonizzare la mobilità è un requisito di salute pubblica e una necessità urgente per mitigare il cambiamento climatico e soddisfare i nostri impegni internazionali – ha dichiarato il ministro responsabile Raquel Sánchez -. Dobbiamo smettere di costruire città per le auto e costruirle per le persone. Dobbiamo poi riconquistare lo spazio pubblico in cui si costruiscono le relazioni». Proprio per dare alternative ai mezzi più inquinanti, il piano di Madrid non guarda soltanto al potenziamento delle piste ciclabili (ne verranno realizzate diverse: 500 nuovi km in tutto), ma anche al trasporto pubblico e alla digitalizzazione.

Il 37% del miliardo di euro a disposizione per 170 comuni andrà a potenziare la flotta dei mezzi, introducendo veicoli meno impattanti sull’ambiente: leggiamo di 650 bus a zero emissioni e 45 furgoncini elettrici per la raccolta dei rifiuti. Il 12% sarà poi indirizzato alla digitalizzazione della mobilità: questo significa app che, per esempio, informano i cittadini sul traffico in tempo reale o favorire il più possibile i pagamenti digitali per sfruttare i servizi in sharing. Infine l’11% delle risorse destinate da Madrid a quasi 200 comuni sosterrà 62 progetti comunali per introdurre zone a basse emissioni. Un’iniziativa governativa di ampio respiro; ma che, come evidente dalla sua ripartizione, va ad attivare moltissimi progetti. Detto in altre parole: quel miliardo di euro non potrà certo bastare per portare su standard olandesi tutti i comuni spagnoli.