A scuola a piedi: Augusta in Germania premia chi lascia a casa l’auto

    820
    a scuola a piedi
    Bambini appiedati e felici mostrano le schede di raccolta punti appena ricevute.

    A scuola a piedi. Quello del traffico che si crea ogni mattina davanti a scuole dell’infanzia ed elementari è tema che si scontra sempre più spesso con quello della mobilità sostenibile e di ogni piano che cerchi di limitare il traffico privato. L’esperimento del piedibus – inventato in Australia nel 1992 che in Italia ha visto le sue prime realizzazioni nel 2002 – è, con il bike to school, una prima risposta, ma un cambiamento profondo della cultura di come ci si muove in città richiede un impegno che comincia dalle scuole e che deve coinvolgere in prima persona le amministrazioni comunali.

    Come succede ad Augusta, terza città più popolosa della Baviera, che ha affrontato di petto i problemi causati dal traffico generato da chi accompagna e va a riprendere i bambini a scuola con un’iniziativa dal titolo molto esplicito, Lascia il taxi dei genitori, avviata il 19 febbraio e che si protrarrà fino alla fine delle scuole.

    A scuola a piedi fa bene non solo al traffico

    Martina Wild, sindaca e assessora all’Istruzione e alla Migrazione è stata molto chiara nel lanciare il progetto che vuole spingere ad andare a scuola a piedi.

    “I bambini imparano le prime regole del traffico e il comportamento corretto nel traffico stradale già all’asilo. Quando iniziano la scuola, sono abbastanza grandi per andare e tornare a piedi da soli. I genitori che portano i figli in auto mettono in pericolo gli altri scolari quando il traffico diventa confuso. Vogliamo incentivare i bambini e le famiglie in modo divertente con le nostre carte premio. Chiunque arrivi a scuola senza auto riceve un punto e alla fine dell’anno scolastico ci sono varie ricompense che vengono estratte a sorte tra tutti i partecipanti”.

    Tutte le famiglie hanno ricevuto delle carte premio accompagnate da un volantino che illustra quali sono i vantaggi, non solo sul traffico, legati alla rinuncia all’auto per accompagnare i bambini: l’esercizio fisico legato alla camminata mattutina aiuta a concentrarsi meglio a scuola, promuove indipendenza e sicurezza, facilita la conoscenza con gli altri bambini che compiono lo stesso percorso. Numerosi i partner che hanno aderito all’iniziativa. L’ente di promozione sportiva, i servizi museali, il Fc Ausburg, società di calcio della serie A tedesca, hanno messo a disposizione buoni per ingresso gratuiti e partecipazione a laboratori ed eventi.