Home mobilità Adotta una ciclabile, come funziona il progetto di KLM a Roma, Napoli...

Adotta una ciclabile, come funziona il progetto di KLM a Roma, Napoli e Genova

972
Roma, ciclabile lungo il Tevere

Si chiama Adotta una ciclabile l’iniziativa lanciata dalla compagnia aerea olandese KLM in collaborazione con il portale PisteCiclabili.com. Ad aderire finora sono state tre città: Roma, Napoli e Genova. Là dove si percorreranno più chilometri in bicicletta la società si impegnerà a coprire i costi per la manutenzione di alcuni tracciati (per il 2023 si parla di 2 km totali, che diventeranno 5 per il 2024). “Con Adotta una ciclabile vogliamo estendere il nostro impegno anche al di fuori del classico perimetro aeroportuale – sono le parole di  Eleonore Tramus, General Manager KLM per l’Italia Grazie al sostegno dei cittadini e delle istituzioni, contribuiremo a migliorare la viabilità di diverse città, invitando anche ad uno stile di vita più salutare”.

Al momento non è ancora chiaro quando sarà disponibile l’app sulla quale i partecipanti dovranno registrarsi per poi iniziare a collezionare km decisivi per l’assegnazione dei fondi del progetto Adotta una ciclabile. Sul sito PisteCiclabili.com sarà pubblicata la classifica. Lanciato nel 2006 la piattaforma PisteCiclabili.com è uno dei patrimoni bike friendly digitali del nostro Paese, sul quale gli utenti possono scoprire gli itinerari già battuti da altri ciclisti. Il fatto che un’azienda attiva nel campo dei trasporti aerei supporti un’iniziativa del genere non deve stupire: in Italia le società aeroportuali che gestiscono gli scali di Bergamo e Bologna sono entrambe parte del network CIAB, il Club delle Imprese Amiche della Bicicletta, grazie alla propria offerta in termini di servizi a dipendenti e clienti.

Adotta una ciclabile è un contest tra città che mira sì ad assegnare fondi per le piste e la loro manutenzione, ma come tante altre iniziative vuole coinvolgere soprattutto le persone su tematiche di mobilità attiva. La stessa General Manager Tramus ha evidenziato il fatto che l’Olanda, il Paese dove KLM ha sede, è uno dei punti di riferimento europei quando si parla di politiche bike friendly.