Home Mercato BikerTop, al via il crowdfunding per l’ombrello da bici

BikerTop, al via il crowdfunding per l’ombrello da bici

1353
BikerTop

Di BikerTop ci siamo già occupati quasi due anni fa, quando la startup trentina Smart Mobilities Solutions aveva avviato i test di questo tettuccio ad apertura rapida, da agganciare al manubrio per proteggere il ciclista da pioggia e vento. Attrezzatura smart e compatta: si piega in un astuccio. Dopo test su strada e in laboratorio, oggi il progetto parte con una campagna di crowdfunding su Indiegogo. «Il nostro obiettivo è raggiungere 70mila euro – ha spiegato a BC, Diego Divenuto, fondatore dell’azienda – questo passaggio ci servirà anche a partire con i primi ordinativi. Il nostro mercato di riferimento sta in Europa e negli Usa. Ma anche dal Giappone stiamo ricevendo interesse».

BikerTop testato ad alta quota

Il BikerTop protegge il ciclista da pioggia e vento e permette di muoversi in sicurezza fino a 35 km/h, come dimostrato dai numerosi test svolti finora sia su strada sia dentro il terraXcube del NOI Techpark a Bolzano, una stanza dove è possibile replicare tutte le condizioni atmosferiche grazie alla tecnologia. Su YouTube è disponibile il video che riassume la sperimentazione e mostra come è. «Ci siamo stati nell’autunno 2019: davvero utile per capire dove migliorare. Come, ad esempio, l’aggiunta di alette laterali per proteggere braccia e mani del ciclista», ha spiegato Diego.

L’astuccio che contiene il BikerTop, da assicurare al manubrio, pesa tre chili e, una volta aperto il tettuccio, può tradursi in una comoda sacca che può ospitare fino a quattro chili di materiale vario. Al momento il prodotto si può ordinare soltanto online. In vista dell’autunno e del freddo in arrivo, gadget bike friendly simili possono rappresentare una spinta in più (e, diciamolo, un alibi in meno) per continuare a pedalare pure quando c’è maltempo. Negli ultimi mesi, complice anche la spinta del bonus bici e l’accesso contingentato ai mezzi pubblici, è cresciuto il numero di ciclisti in città. Passo avanti che il Paese non può sprecare.