Home mobilità città Bologna progetta zone di carico e scarico merci riservate a cargo bike

Bologna progetta zone di carico e scarico merci riservate a cargo bike

1000
Bologna

Sono diverse le storie di cargo bike che hanno fatto da volano agli affari di negozi e piccoli esercizi. Mezzi veloci e capienti, a cui però la maggior parte delle città italiane non destina aree dedicate alla sosta, soprattutto quando c’è merce da scaricare. Ecco allora che a Bologna, su iniziativa del consigliere comunale Andrea Colombo, è stata lanciata la proposta di creare zone di carico/scarico riservate alle cargo bike. «Per tutelare sempre più lo spazio pubblico delle città a seguito della pandemia va cambiata in profondità anche la logistica urbana, che produce traffico, smog, parcheggio caotico», ha spiegato a BC Colombo. La sua proposta ha trovato l’appoggio dell’assessore alla mobilità Claudio Mazzanti.

Bologna, obiettivo 2025

«Dovremo creare piazzole gialle che prevedono il carico e scarico, finalizzate all’uso di cargo bike e bici elettriche», ha detto l’assessore. Mazzanti ha tracciato una road map per l’attuazione del piano entro il 2025, quando Bologna potrà offrire questi spazi al servizio di commercianti e attività che sfruttano la rapidità delle due ruote per abbattere tempi e costi. Se in Italia quella delle cargo bike resta ancora una nicchia, all’estero – soprattutto in nord Europa – rappresenta da tempo una soluzione conveniente per gli affari. Città come Parigi hanno addirittura attivato un bike sharing su misura per questi mezzi. «Anche la cycle logistics è una soluzione, soprattutto nei centri storici – ha aggiunto Colombo – per questo ho proposto di realizzare a Bologna hub esterni di interscambio furgoni/cargo bike».

In un’ottica di centri storici sempre più liberi da furgoncini e camion delle consegne, investire sulla mobilità sostenibile consentirebbe di coprire in senso bike friendly l’ultimo miglio, tagliando il traffico e consentendo ad aziende – anche della logistica – di operare con mezzi alternativi alle quattro ruote. Sempre guardando agli incentivi, il comune di Bologna ha attivato da anni un fondo complessivo da 300mila euro messo a disposizione dal ministero della Transizione ecologica: il bonus per chi ha intenzione di acquistare una cargo bike elettrica è di massimo 600 euro (previsto anche quelle per ebike). Se si guarda ai numeri europei il trend di questi mezzi è in crescita: pur trattandosi di cifre ancora non paragonabili a quelle delle bici tradizionali, nel 2018 in Europa erano state vendute 17.800 cargo bike; lo scorso anno quasi 45mila.