Home mobilità Bus Cyclistes, in Francia il primo social network per ciclisti

Bus Cyclistes, in Francia il primo social network per ciclisti

1483
Hervé Bellut, il creatore del social network

Si chiamano Bus Cyclistes e vogliono convertire i francesi alla bicicletta. Grazie alla community di buscyclistes.org Hervè Bellut ha messo in piedi il primo social network per ciclisti, che invoglia gli utenti a spostamenti agili e convenienti sulle due ruote.

Abitudine, quella dell’uso della bici, che fatica ancora ad affermarsi Oltralpe, dove soltanto il 3% pedala ogni giorno, mentre uno dei freni alla maggior diffusione del mezzo resta la circostanza che i ciclisti abitino a pochi minuti dall’ufficio.

Principio cardine dei Bus Cyclistes è il crowdsourcing, ovvero il coinvolgimento di più persone possibili per ottenere riscontri sui tragitti indicati dal sito, dalla loro utilità alla loro bellezza per i luoghi che toccano. Gratuita e senza richiesta di iscrizione, la piattaforma offre una mappa con le piste ciclabili consigliate dagli utenti in molte città francesi, dalle più grandi come Parigi, Lione e Marsiglia ai comuni più piccoli.

A supportare il lavoro dell’associazione la regione Midi-Pyrénées che ha stanziato parte dei propri fondi sociali europei.