Home mobilità città L’auto scende al 4%. Vediamo come si spostano le persone a Parigi

L’auto scende al 4%. Vediamo come si spostano le persone a Parigi

592
parigi modal share

I parigini si muovono più in bicicletta che in auto. I viaggi in auto rappresentano appena il 4,3% sul totale degli spostamenti all’interno del Boulevard périphérique che delimita i confini urbani; in parole semplici, su 100 dei loro spostamenti in città, solo 4 volte i parigini salgono in macchina. I dati sul model share a Parigi sono ripresi da un recente studio pubblicato dall’Institut Paris Region che ha mappato gli spostamenti di quasi 3.400 cittadini tra ottobre 2022 e aprile 2023: per sette giorni consecutivi sono stati analizzati tramite GPS i tragitti di ciascun membro di questo campione rappresentativo, ovviamente con consenso espresso e in conformità alla GDPR.

Se Parigi è diventata una città dove la mobilità attiva si è imposta sull’auto è perché, durante i suoi mandati, in tale direzione ha spinto la sindaca Anne Hidalgo, che ha deciso di trasformare la metropoli in una delle capitali europee bike friendly di riferimento. Secondo lo stesso studio, il mezzo di trasporto preferito dai parigini sono le proprie gambe (53,5%).

Il vicesindaco di Parigi, David Belliard, ha pubblicato un grafico in cui si nota il modal share giornaliero nella capitale: il trasporto pubblico vale il 30%, seguito dalla bicicletta all’11,2%. Tra gli ingredienti di questa situazione invidiabile per altri comuni va evidenziata la fondamentale introduzione di una misura che purtroppo non gode di grande stima alle nostre latitudini. Ci riferiamo alla città 30.

Nel 2021 Parigi ha imposto il limite massimo di 30 km/h su buona parte delle strade urbane, per ridurre anzitutto il numero degli incidenti e delle vittime. Anche a Bologna è stata introdotta una misura analoga negli scorsi mesi, con tanto di critiche (senza però dati a supporto) da parte del ministro dei Trasporti Matteo Salvini. Con questo dominio della mobilità attiva nel modal share, Parigi è ora pronta ad accogliere i milioni di turisti e tifosi che quest’estate visiteranno la capitale per seguire le Olimpiadi. Evento di rilevanza mondiale al quale la città ha voluto arrivare pronta con molte ciclabili in più.