Home mobilità ambiente Contro i parcheggi riservati ai consiglieri, a Udine l’opposizione protesta pedalando

Contro i parcheggi riservati ai consiglieri, a Udine l’opposizione protesta pedalando

765
Bike to work di protesta dell'opposizione a Udine contro l'idea di parcheggi auto riservati ai consiglieri.

Il sindaco propone posti auto riservati ai consiglieri, e l’opposizione si presenta in Comune in bicicletta. Una protesta semplice, quella messa in piedi nei giorni scorsi a Udine, alla quale però il primo cittadino Pietro Fontanini ha dovuto cedere stracciando un’idea che avrebbe anche disincentivato il bike to work di assessori e consiglieri.

Sono bastati una decina di consiglieri in sella per affossare il privilegio del posto auto riservato. «Se una stupidaggine ha scatenato tutte queste polemiche non ne faremo nulla», ha detto durante un Consiglio Comunale il primo cittadino di Udine chiudendo così la questione. La misura, aveva spiegato Fontanini, sarebbe servita soltanto «per dare più dignità» ai consiglieri.

Quella dei privilegi dei politici non colpisce però sempre le automobili. Oltre al caso di Udine c’è stato anche quello di Montecatini Terme, in Toscana, dove qualche anno fa il comune aveva appoggiato l’idea del gestore del bike sharing di offrire un mese di utilizzo gratuito per Giunta e consiglieri.