Home Mercato duepuntozero E-bike sharing: Copenaghen adotta un sistema sviluppato a Bari

E-bike sharing: Copenaghen adotta un sistema sviluppato a Bari

29
e-bike sharing Copenaghen
Il servizio di e-bike sharing a Copenaghen verrà inaugurato nel 2020.

E-bike sharing: quello di Copenaghen sarà smart e, sorprendentemente, italiano. VAIMOO è il nome del servizio di noleggio che dal prossimo anno sarà inaugurato nella capitale danese grazie all’accordo tra Bycyklen (il principale operatore cittadino) e la Sitael, un’azienda di Bari specializzata nei settori aerospazio, IoT (Internet delle cose, ovvero prodotti messi in connessione tra loro grazie alla rete) e nei trasporti. «Le prime cento bici elettriche che abbiamo realizzato inizieranno a circolare a gennaio. Contiamo di metterne in circolazione 2mila nel giro di due anni», ha detto a BC Matteo Pertosa, vicepresidente di Sitael.

E-bike sharing sia free floating che fisso

Se a Copenaghen non masticano certo il dialetto pugliese (VAIMOO fa il verso al dialettale vai mò), senz’altro apprezzeranno le novità tech del nuovo e-bike sharing  in arrivo dall’Italia. «Sarà sia a flusso libero, sia disponibile nelle stazioni distribuite in giro per la città – spiega Pertosa – grazie all’app gli utenti potranno interagire con il sistema».

Per migliorare il servizio di noleggio la Sitael ha messo a bordo delle due ruote una tecnologia che permette agli operatori del bike sharing di monitorare lo stato di manutenzione di tutti i mezzi per capire quando intervenire attraverso un software di diagnostica in tempo reale.

Copenaghen – che, nel caso non lo sapeste, è la regina delle città bike friendly – sarà la prima a usufruire del nuovo e-bike sharing sviluppato dall’azienda barese (parte della multinazionale Angel). In attesa che il servizio entri davvero in funzione, un primo assaggio c’è già stato: le esemplari di VAIMOO sono state presentate e testate proprio nella capitale danese durante il C40 World Mayors Summit 2019, il più importante vertice sul clima che riunisce i sindaci di 96 città di tutto il mondo.

«Copenaghen – spiega Pertosa – doveva rinnovare la flotta del bike sharing, attivato ormai nel 2012. Così abbiamo proposto la nostra idea innovativa». I 400mila utenti Bycyklen avranno così una nuova flotta a disposizione in una città dove gli spostamenti in sella sono “calati” dal 45 al 41%. Ma non per colpa delle automobili: la città sta investendo tanto anche nel trasporto pubblico.