Home viaggio diari Rabadan Tour 2016: Gaston la Gaffe, le retour

Rabadan Tour 2016: Gaston la Gaffe, le retour

427
RT2016 - un lungo lungo lungo Loira

Stamattina, prima di partire, saluto Catherine e chiedo quanto le devo per tutto; lei non vorrebbe nulla perchè “a un ciclista servono di più” e devo insistere affinchè alla fine accetti 50 euro.

Che bell’incontro…

Ma con il suo collaboratore, che parlicchia italiano, entra in scena il solito, mitico Gaston le gaffeur: dopo che abbiamo chiacchierato lungamente ieri sera, dopo avermi riportato in auto a Decize stamattina, dopo esserci salutati e vicendevolmente augurati il meglio dalla vita, ringrazio per l’ennesima volta Jean Philippe per l’incredibile accoglienza e lui, nell’accomiatarsi, mi risponde timidamente, con un filo di voce: “Comunque sarebbe Pierre Philippe…..”

Giro di rullante & crash!

Parto da Decize e per 95 km non vedo altro che il canale, le chiuse, le penichettes, i glicini ed incrocio rari ciclisti.

Picnic in prossimità di una chiusa turistica e poi di nuovo on the road, seguendo le scarne indicazioni.

Arrivo a Pouilly sur Loire e la simpatica operatrice del locale ufficio del turismo mi sistema nella chambre d’hotes di Marie, imponente mamie francese di origine portoghese che mi cucina una pizza per cena: pasta sfoglia con salame, prosciutto, pomodoro, formaggio fuso + caprino fresco a volontà….burp, bella lotta col kebab dell’altra sera.

Chiacchierata serale con la coppia di Oxford, in zona per visita ai numerosi vignerons locali.

Stasera il ginocchio mi fa male e si è messa anche la schiena a chiedere pietà; decido che, domani, dopo aver percorso più di 500 km in 5 giorni, mi concedo un giorno di pausa per riposare un po’.

Con il ritardo accumulato nei giorni scorsi, se non salto una tappa grazie ad un treno, non riuscirò ad arrivare in tempo a Dieppe per il traghetto.

Domani è un altro giorno, si vedrà…
Buonanotte.