Home mobilità città Trenitalia batte Trenord: sconti alla velostazione se arrivi in treno a Rimini

Trenitalia batte Trenord: sconti alla velostazione se arrivi in treno a Rimini

647
Rimini

Vista dalla Lombardia sembra un altro mondo. E invece è soltanto la Romagna. Il punto è che a Rimini l’intermodalità bici+treno non viene vista come un problema per il traffico e la sicurezza sui convogli, come accade invece nella regione locomotiva d’Italia, dove Trenord continua a rendere la vita difficile a cicloturisti e pendolari, vietando o disincentivando il trasporto di bici a bordo. Tra Trenitalia Tper (la compagnia ferroviaria che gestisce la rete in Emilia-Romagna) e la velostazione Bike Park Rimini è stato invece appena siglato un accordo: chi arriva in treno ha sconti su tutta una serie di servizi, dal noleggio mezzi fino al parcheggio protetto.

La notizia della collaborazione tra Trenitalia e Bike Park Rimini è stata riportata dalla stampa locale. D’ora in avanti chi viaggia sui treni e scende a Rimini potrà godere di agevolazioni nel Bike Park, il che mostra tutta l’attenzione tanto verso il cicloturismo, quanto verso chi non ha mai smesso di usare la bicicletta pieghevole per raggiungere i binari, salire sul treno e andare infine al lavoro. Quando si parla di velostazione in Emilia-Romagna viene subito in mente la felice esperienza di Bologna, ma le storie lungo lo stivale sono davvero tante. Spazi recuperati o costruiti da zero dove si fa aggregazione, cultura e molto altro.

Tornando a Rimini, l’accordo tra il Bike Park e Trenitalia viene siglato in una città attraversata dalla Ciclovia Adriatica, un’infrastruttura leggera che corre dalla Puglia fino a Trieste. Inoltre la città romagnola è tra quelle che hanno accolto e previsto un altro bonus mobilità: 50 euro di incentivo ai residenti che scelgono di andare al lavoro in bicicletta, rinunciando al mezzo privato per intasare il meno possibile di automobili le strade. Nel corso di questa difficile ripartenza dopo il lockdown, la mobilità ciclistica rappresenta un’occasione fondamentale per le amministrazioni: l’esempio che viene dalla Romagna può ispirare altri territori.