Home mobilità città Transizione ecologica: a Ravenna abbonamento gratuito al bike sharing

Transizione ecologica: a Ravenna abbonamento gratuito al bike sharing

478
Ravenna

Pochi giorni fa il Comune di Ravenna ha approvato la delibera con la quale offre la possibilità ai cittadini di ottenere un abbonamento annuale gratuito al bike sharing. Un bonus che, in tempi di transizione ecologica, vuole dare un segnale per il cambiamento nelle abitudini quotidiane. «Abbiamo ricevuto un finanziamento regionale – ha spiegato a BC l’assessore alla mobilità Roberto Fagnani – e non abbiamo inserito alcun vincolo per accedere a questo incentivo. L’iniziativa resterà aperta fino all’esaurimento dei 73mila euro messi a disposizione dei residenti». Nel comune romagnolo la flotta di biciclette a disposizione per il noleggio conta in tutto 285 mezzi (di cui 40 a pedalata assistita) sparsi sia nel centro storico sia nel Lido con stazioni di ritiro.

Per ottenere un abbonamento gratuito annuale al bike sharing di Ravenna non è necessario dimostrare di utilizzare la bicicletta tutti i giorni per andare al lavoro. L’obiettivo dell’amministrazione è quello, invece, di facilitare e incentivare gli spostamenti in sella ora che sta per prendere il via la stagione turistica in Riviera e il traffico automobilistico è destinato ad aumentare. In Emilia-Romagna, da sempre terra sensibile alla bicicletta e alla mobilità dolce, sono state diverse le iniziative messe in campo dalle amministrazioni – locali e regionale – per invogliare sempre più persone a scegliere la bicicletta nei propri tragitti quotidiani.

Ad esempio, la Regione aveva deciso di stanziare oltre 3 milioni di euro a favore di decine di Comuni per erogare 50 euro al mese a tutti quei lavoratori che pedalano. Una sorta di rimborso chilometrico introdotto lo scorso anno, negli stessi mesi in cui l’Italia iniziava a conoscere la proposta del bonus mobilità da 500 euro (che avrebbe portato alla vendita di oltre 2 milioni di due ruote nel 2020). A pochi giorni dalla Giornata Mondiale della Bicicletta – in programma giovedì 3 giugno e che FIAB ha deciso di declinare sul bike to school – l’aggiornamento che arriva da Ravenna suggerisce una nuova possibile strada per favorire transizione ecologica e mobilità dolce.