Home Mercato Bici in bambù: ecco Habre Eco Bike, la cargo che libera Katmandu

Bici in bambù: ecco Habre Eco Bike, la cargo che libera Katmandu

983
habre eco bike

Una bici in bambù. Addirittura fino alle sospensioni. Si chiama Habre Eco Bike ed è stata pensata e realizzata per una delle città più congestionate dell’Asia. La capitale del Nepal, Katmandu, è un concerto di macchine e clacson. A rimetterci sono tutti i cittadini che respirano un’aria avvelenata dallo smog. In loro soccorso arrivano lo statunitense Lance Rake, docente della Kansas University, e l’azienda locale Abari. In team hanno messo su strada un mezzo a tre ruote a pedalata assistita che dà un piccolo (ma significativo) contributo contro l’inquinamento e i cambiamenti climatici.

Habre eco bike: non solo merci

A differenza di altre cargo bike destinate alla ciclologistica per trasportare merci come vini, libri o addirittura materassi, la bici in bambù Habre Eco Bike è stata pensata per essere un comodo trono: il passeggero si siede e si fa trasportare fino a destinazione. Ecco perché questo triciclo a pedalata assistita può davvero servire a togliere mezzi inquinanti soprattutto nella flotta dei taxi e degli scooter nella capitale del Nepal.

Di certo meno tecnologica rispetto alla “collega” che segue letteralmente il fattorino delle consegne, la Habre Eco Bike risponde piuttosto a esigenze di sostenibilità in un contesto urbano tra i più trafficati al mondo. Il bambù di cui è in gran parte fatta è un materiale utilizzato sempre più di frequente nel mondo della bicicletta. Se ne apprezzano la flessibilità e l’ovvio messaggio green che veicola.

La bici in bambù di cui parliamo ha già testato la strada, a differenza di altri bizzarri prototipi made in Asia. Pochi mesi fa il mondo ha conosciuto la dragon bicycle, una due ruote realizzata riciclando 22mila bacchette in legno (sì, quelle che di solito si utilizzano per girare lo zucchero nel caffè). E infine, restando in tema caffè, non si può non citare il prototipo di bicicletta della Nespresso: RE:CYCLE ha un telaio in alluminio ottenuto grazie al riciclo di 300 capsule di caffè del noto marchio.