Home viaggio mete 5 buone ragioni (più una) per cui sono tutti pazzi per il...

5 buone ragioni (più una) per cui sono tutti pazzi per il bikepacking

741
Bikepacking
Bikepacking, viaggio in libertà.

Tutti pazzi per il bikepacking. I viaggi in bicicletta con le borse direttamente agganciate al telaio piacciono, e anche molto. E così i social si riempiono di bikepacker che girano l’Italia e il mondo intero e le case produttrici continuano a sfornare prodotti ad hoc per chi sceglie di viaggiare seguendo questo stile. Abbiamo provato a stilare una lista di ragioni per cui il bikepacking è così tanto alla moda e sta raccogliendo così tanti adepti anche in Italia: 5 motivi collaudati, a cui se ne aggiunge uno in più, figlio del nostro tempo di Covid.

VIAGGI CORTI – Avete a disposizione poco, anzi, pochissimo tempo? Il bikepacking è quello che fa per voi. Chi ha solo un weekend per viaggiare in bici può benissimo optare per questa soluzione, perché non necessita di molti bagagli. Le borse da bikepacking infatti sono snelle, sicuramente meno capienti di quelle di chi viaggia nella modalità classica, cioè agganciate al portapacchi posteriore o anteriore (a proposito di bagagli quando si viaggia in bici, date un occhio qui).

ESSENZIALE – Il secondo motivo si lega al primo. Le borse da bikepacking ci chiedono di fare selezione di indumenti e accessori. Ci costringono cioè all’essenzialità. La stessa che molti cercano proprio in una avventura outdoor, senza tutte le comodità del quotidiano. Per tornare a sentirsi vivi, per tornare a poter contare in primis su se stessi.

LAST MINUTE – Anche la terza ragione si collega alla prima. Viaggi corti, di uno, due o tre giorni, possono essere organizzati anche all’ultimo minuto, anzi, all’ultimo secondo. Non serve prenotare, perché spesso i bikepacker portano tutto con sé, anche sacco a pelo e tenda (beh, qualcuno si è anche inventato un bici-camper). Per questo è una modalità non solo adatta al “last minute” ma anche economica.

QUALSIASI BICI – Per viaggiare in bikepacking va bene qualsiasi modello di bicicletta. Ecco un altro motivo per cui il bikpacking sta spopolando. Che sia una bici da corsa, una da trekking, una classica da cicloturismo o persino una mountainbike, poco cambia. Si può viaggiare anche con una scatto fisso. Le borse si “allacciano” al telaio, senza bisogno di appositi fori filettati o supporti per i portapacchi.

VELOCE – Le borse da bikepacking si “inseriscono” nel disegno del telaio della bicicletta, senza modificare troppo pesi, equilibri e geometrie. Soprattutto gli ingombri. Per questo anche i più sportivi si stanno avvicinando a questo modo di viaggiare, perché fare bikepacking non significa rinunciare a tutti i costi alla velocità, all’adrenalina, alla prestazione.

DISTANZIAMENTO SOCIALE – Eccolo, il motivo in più. Il cicloturismo in generale sta andando molto di moda in questa epoca pandemica perché ci consente di viaggiare all’aria aperta. I bikepacker che scelgono di passare le notti in mezzo alla natura, non devono temere i rischi legati al contagio da coronavirus. Il distanziamento sociale è garantito.