Home storie persone Gatti in sella e biblioteche bike friendly. 10 notizie curiose sulla mobilità...

Gatti in sella e biblioteche bike friendly. 10 notizie curiose sulla mobilità dolce nel 2022

513
1bike1world italia

Nel 2022 abbiamo pubblicato, come tradizione di questo sito, un ventaglio per tutti i gusti di notizie legate al mondo della mobilità ciclistica. Molte vi saranno rimaste in mente, qualcuna ve la sarete forse persa. In questa antologia di fine anno vi riproponiamo una galleria di personaggi, di cronache dal mondo, di storie bizzarre.

Pubblicità bike friendly

Una delle prime notizie che abbiamo trattato nel 2022 riguardo alla mobilità ciclistica veniva dalla Francia. Un anno fa circa, infatti, veniva pubblicata nella Gazzetta Ufficiale una legge che impone alle pubblicità delle automobili di inserire alla fine dello spot frasi del tipo “Considera il car pooling”, “Per i viaggi brevi, vai a piedi o in bicicletta”.

Una strana coppia in sella

La storia di Dean e Nala è quella di due inseparabili compagni di viaggio. Lui è un trentenne scozzese, lei una adorabile gattina che lo ha accompagnato lungo un intero viaggio in sella, passando anche dall’Italia. Sui social sono noti come 1bike1world (è il link alla loro pagina Instagram).

Cornetto e bici

Il 2022 è stato un anno in cui tante città italiane hanno attivato servizi a sostegno di chi pedala tutti i giorni. Tra queste anche Segrate, nella Città Metropolitana di Milano, dove alcuni bar sono stati dotati di un kit per la manutenzione ordinaria del proprio mezzo.

Intanto, nella Grande Mela

New York è una città dove, nonostante il traffico costante, sempre più persone stanno pedalando. E per contrastare i furti, una startup, Oonee, ha deciso di installare in vari punti della metropoli strutture gratuite in cui assicurare il proprio mezzo al coperto.

Un bike bus virale

Rimanendo negli Stati Uniti, a Portland è andato in scena un Bike Bus con numeri da record proprio mentre in Europa era in corso la Mobility Week, a settembre. Una marea di studenti hanno pedalato fino a scuola, creando una carovana che sui social è diventata subito virale.

In bici con Dante

Giorgio Battistella, 57 anni di Carbonera (in provincia di Treviso), è un professore che ha già all’attivo diversi tour in bicicletta dedicati al sommo poeta. Nell’ultimo, in Puglia, ha recitato alcuni versi della Divina Commedia in diverse città di fronte a famiglie e giovani.

Una cargo funebre

A prima vista potrebbe sembrare una trovata pubblicitaria di pessimo gusto. Invece la storia della Corbicyclette, a Parigi, è un’altra dimostrazione di una sensibilità nuova: c’è chi, per l’ultimo viaggio, esprime ai propri cari la volontà di farsi trasportare non da un’auto, ma da una cargo bike realizzata appositamente da un’azienda di pompe funebri.

Bici VS Jet

Le accuse contro i jet privati e il loro peso sulle emissioni hanno registrato varie forme di protesta. Nel 2022, ad esempio, l’aeroporto di Amsterdam è stato invaso da centinaia di manifestanti che, a piedi e in bici, hanno bloccato per ore i voli dei jet privati.

Bici da lettura

Sempre in Olanda, a Utrecht, vi abbiamo raccontato della biblioteca pubblica dove, oltre a poltrone e sedie dove leggersi un bel romanzo o studiare, sono disponibili anche postazioni di ricarica alimentate da biciclette: le persone si mettono in sella, pedalano da ferme e sfruttano energia pulita per i propri device.

Multata la bici cocomero

La Water Melon bike non si meritava questo epilogo. Stiamo parlando di una bicicletta che, a Firenze, stazionava da quasi 20 anni in una via spoglia, dove il mezzo innocuo con due cocomeri disegnati al posto delle ruote donava un minimo di allegria. Purtroppo il proprietario, gestore di un bar poco lontano, è stato sanzionato con oltre 150 euro di multa.